Skip to content

MA COME SIAMO FORTUNATI NOI FRIULANI…….!!!!!

15 aprile 2017

Ecco il frutto delle “belle” riforme fatte da incapaci patentati capitanati da Debora Serracchiani………… la n° 2 del PD .

Se poi, ci aggiungiamo che abbiamo la capitale, Udine, governata da Furio Honsell e trasformata in una latrina a cielo aperto e in una città insicura, la “fortuna”, è raddoppiata!!!!

Patrick di Majan

 

da  UDINETODAY

 

Malata di tumore rimbalzata dalla guardia mediaca per prescrizione

Il calvario di una malata di tumore per una prescrizione urgente

Rimbalzata dalla guardia medica è costretta a rivolgersi al Pronto Soccorso. Un appello alla Regione

Malata di tumore rimbalzata dalla guardia medica per prescrizione
„Una lettera indirizzata alla presidente della Regione Debora Serracchiani e all’assessore regionale alla salute Maria Sandra Telesca per evitare che, quanto successo, non si ripeta mai più. Parliamo dell’ennesimo caso in cui la burocrazia, o meglio una convenzione, blocca la possibilità di erogare un servizio come una ricetta medica per esami del sangue necessari e urgenti.“

LA RICHIESTA. Non possiamo prescrivere esami ematici: lo dice la nostra Convenzione”: con queste parole ad una paziente con tumore al quarto stadio si sono rivolti i medici della Guardia Medica di Udine a cui la donna, assieme al marito, aveva bussato di persona per ottenere la prescrizione di esami ematici urgenti richiesti da un’oncologa il giorno 14 aprile. La visita oncologica era terminata tardi. Il medico di famiglia, come ben si sa, non c’è più dopo una certa ora. Pertanto la paziente, alle 20 di ieri sera, si è recata nel luogo in cui dovrebbe essere garantita la continuità assistenziale territoriale che dovrebbe essere il punto di forza della Riforma sanitaria regionale.

Malata di tumore rimbalzata dalla guardia mediaca per prescrizione.

LA DISSAVENTURA. “Dopo il calvario di visite su visite e la prospettiva di terapie pesanti – fa sapere l’ammalata, A. M. – sono stata costretta a subire anche questo rifiuto: mi appello alla governatrice Serracchiani e all’assessore regionale alla Salute Sandra Telesca affinché modifichi questa Convenzione di cui i medici in Guardia medica mi hanno parlato. Non è un comportamento civile verso un ammalato grave: non voglio che quanto è successo a me capiti ad altri pazienti che devono lottare contro malattie invalidanti”. La richiesta su carta bianca dell’oncologa in libera professione, Maria Annunziata Ferlante, prevedeva alcuni esami del sangue urgenti da eseguire prima dell’inizio di un ciclo di terapie che dovevano iniziare il giorno seguente. “Non è valso a nulla che la mia oncologa abbia parlato telefonicamente con i medici: purtroppo anche a lei è stato detto che c’è una Convenzione e pertanto nulla possono fare”. Nel frattempo i medici hanno contattato anche il loro responsabile. Niente di fatto. Impossibile prescrivere. E quindi? Alla paziente è stato consegnato un modulo con cui è stata rinviata al Pronto Soccorso di Udine. “Mi hanno detto – prosegue la paziente – che tutto sarebbe dipeso dalla buona volontà del medico che avrei trovato in Pronto Soccorso…Mi chiedo se sia normale tutto questo di fronte a diagnosi gravi come la mia. Ho dovuto anche firmare il modulo; e se non fossi stata lì?…”. La paziente, sfinita da tutto, non si reggeva più in piedi alla sera. Il marito, A.B., si è recato al Pronto Soccorso dell’ospedale di Udine e fortunatamente ha trovato un medico che ha prescritto gli esami ematici urgenti. “Ho trovato un atteggiamento umano…anche al Pronto Soccorso davano per scontato che non si sarebbe dovuti andare lì; neppure loro conoscevano questa Convenzione”.

LA MODIFICA DELLA CONVENZIONE. Non finisce qui la disavventura: ora si domanda di conoscere se questa Convenzione possa essere modificata a livello regionale e soprattutto “vogliamo capire a che cosa serve effettivamente la Guardia Medica…; se fossimo stati immigrati e richiedenti asilo – si sfoga il marito – avremmo trovato le strade spianate…; persino ad una signora prima di noi non è stata prescritta una medicina urgente…il sistema non funziona e soprattutto non esiste la famosa continuità territoriale se poi si viene rispediti sempre al Pronto Soccorso”. 


da  LEOPOST

 

MIGRANTES EXXX…POLZIVE!!! I CURDI IN SOGGIORNO A UDINE SI LAMENTANO: “VOGLIAMO STARE IN ITALIA, E VOGLIAMO UNA CASA, NON CASERME”

I curdi sono stufi di stare in caserma, vogliono una casa. Lo hanno riferito alla vigilia di Pasqua, agli irregolari di Leopost convocati per la bisogna all’esterno della caserma Friuli di Via Pastrengo, Udine.

Assicurano che non sono di passaggio e che vogliono stare in Friuli, vogliono piantare radici qui. E vogliono trombare, basta seghe.

La ragione delle lamentele trae spunto dal fatto che nella caserma sono iniziati i lavori di di manutenzione ordinaria e straordinaria, il committente responsabile è Sergio Meinero, Croce Rossa Italiana di Udine, l’impresa esecutrice è quella che detiene il monopolio di tutti i lavori pubblici dei comuni della provincia di Udine: Giannino Di Betta di Nimis. La cinquantina di curdi che soggiorna in via Pastrengo, è stata divisa dalla Cavarzerani per paura di risse di natura etnica; i vacanzieri, intuendo la mala parata della ristrutturazione dell’edificio, mettono le mano avanti, c’è il pericolo che la caserma diventi la sede stabile del loro soggiorno.

Non ci stanno, “Vogliamo una casa”. A breve il comune inizierà la ricognizione presso l’albergo “Premiere” di via Cividale, poi arriverà il giorno in cui anche ai curdi toccherà dare una casa. Pensionati senza mutande, migranti nell’oro.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: