Skip to content

LA PRIORITA’ E’ SALVARE LE LORO BANCHE……. PER POTER RUBARE ANCORA !!!!

21 gennaio 2017

da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

l’editoriale del sabato, di Roberto Buonasorte

21/01/2017 05:55

VERGOGNA!

Il Centro Italia in ginocchio tra sisma, emergenza neve e black out di giorni

VERGOGNA!
Ritardi nei soccorsi, torri lesionate da cinque mesi lasciate crollare, paesi abbandonati a se stessi. Ma nessuno ha il coraggio di dimettersi

Nelle ore in cui chiudiamo il giornale, dopo le belle notizie del pomeriggio dove per ogni superstite tirato fuori dalle macerie scorrevano lacrime di gioia, inizia lo strazio per le prime vittime che vengono estratte senza vita.

Scoppia la rabbia dei parenti durante la conferenza stampa all’ospedale di Pescara.

C’è una parola, nel nostro vocabolario, che adesso deve avere la priorità: “vergogna”.

Arriva una slavina e non c’è modo di far arrivare i soccorsi immediatamente. Famiglie intere bloccate dalla neve nei territori colpiti dal sisma e non c’è una turbina nel raggio di centinaia di chilometri. Passano cinque mesi dal sisma che ha devastato Amatrice e ancora non si è trovato il modo di mettere in sicurezza la Torre di Sant’Agostino, che se n’è andata giù. E la colpa non è mai di nessuno, non c’è uno, uno che sia uno, a prendersi le responsabilità di quello che succede.

Nei Paesi nordici per una birra di troppo ci si dimette da Ministri. Qua la gente muore, i monumenti cascano, i territori restano isolati e non c’è nessuno che alzi la manina per dire “è colpa mia, sono un inetto, inadeguato, mi dimetto e vi chiedo scusa”.

Responsabilità. Si chiama così. E manca, dannazione, in questo Paese. Manca del tutto. Ma se una Torre casca dopo cinque mesi da un sisma che ha distrutto tutto, e si tratta di una Torre che era facilmente raggiungibile perché fuori dalla zona rossa, ci sarà uno che è responsabile per non averla legata? O no? Cinque mesi, non due giorni. È uno scandalo. Se c’è un hotel che non aveva i permessi in regola, di chi è la colpa? Tutti contro l’albergatore, e chi doveva controllare? Quello non le ha, le responsabilità? E se i mezzi di soccorso arrivano dopo ore, sarà colpa di qualcuno o no? Ecco, magari ci sarebbe da chiedersi perché qua nessuno si dimette. Prima deve scusarsi, però, e magari pagare per la propria inettitudine, incompetenza, inadeguatezza al ruolo che si è trovato a ricoprire non essendone degno.

Sarà che i governi non li votiamo più, che tutti fanno come gli pare e nessuno si prende le colpe di niente? Sarà che i Ministri sono nominati dai nominati? Sarà che il popolo ha perduto la sovranità e dunque si può anche morire sotto una slavina, o in mezzo alla neve, o di crepacuore per non riuscire a trovare una via d’uscita per un Paese che non ce la fa più? Ma insomma che altro deve succedere per capire che così non si va da nessuna parte? Il sindaco di Amatrice su “Il Tempo” di qualche giorno fa le ha cantate a tutti e senza mezzi termini: basta, ha detto, e che sia una volta per tutte. Ha parlato di inversione di rotta, ma non tra due mesi, adesso, perché davvero non se ne può più.

Responsabilità, allora, e che sia davvero il momento del cambiamento epocale di questo Paese malato da troppo tempo, perché un Paese malato per troppo tempo muore, non ha un altro destino possibile. Muore, e si vede già come boccheggia. E allora basta, se non siete in grado di governare andatevene a casa, ma prima inchinatevi a questo popolo e a questo Paese e chiedete perdono, davanti alle lapidi che ricordano i sacrifici dei nostri padri chiedete perdono, se pensate di essere degni di riceverlo, questo perdono. E poi rimettete i vostri mandati e andate a fare la penitenza, e a riflettere su quanto male avete fatto alla nostra bella Italia, che meritava qualcosa di più.

Roberto Buonasorte


16142607_1394705873926291_6736817688500053272_n

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: