Skip to content

VIETATO DISSENTIRE……… ANCHE A MAJANO !!!!

25 dicembre 2016

20111006194558majano-stemma

 

Come ho già avuto modo di dire, la settimana di Natale è stata ricca di riunioni di Commissioni consiliari . Fra le tante, il 22 dicembre si è riunita anche la COMMISSIONE CULTURA, SERVIZI RICREATIVI, SPORTIVI E TEMPO LIBERO, componente della Commissione per il Gruppo Majano Cambia e Rivive, è Simone Bardus . In quell’occasione, hanno discusso del bollettino comunale 2016 . Dopo la riunione della Commissione, ci siamo sentiti io e Simone il quale mi ha informato che c’erano dei “problemi” . Ci siamo incontrati e Simone mi ha fatto vedere la copia del comunicato del nostro Gruppo pieno di sottolineamenti e evidenze, dicendo che il ViceSindaco gli aveva riferito che c’erano gli estremi di querela . Era evidenziata tutta la parte dove si parla del referendum che la maggioranza del Consiglio Regionale, forse temendo che i friulani votassero come hanno votato successivamente al referendum sulla Costituzione, pur avendo le firme necessarie sul tavolo hanno deciso di non lasciare che i friulani si esprimano, decidendo che il referendum non si sarebbe dovuto fare (era su tutti i quotidiani); era evidenziato dove si parla di clandestini e sottolineata la parola “cappella cimiteriale” e “paladiniate” . Tempo concesso per modificare il comunicato entro e non oltre il 28 dicembre 2016 .

Parla a nuora perchè suocera intenda”……. pensavano forse che la parola “querela” mi spaventasse al punto da togliermi il sonno? Si vede che non mi conoscono bene, infatti, non ho aspettato il 28 ma ho risposto poche ore dopo, il 23, anche perchè volevo fare gli Auguri di Buone Feste!!!!

In effetti, ho modificato il comunicato, ho aggiunto due volte la parola “probabilmente” e ho virgolettato la parola “debito” .

Ieri ho fatto leggere il comunicato a ben quattro avvocati e nessuno di loro ha trovato cenni di reato nello scritto . A questo punto, visto che gli avvocati coinvolti sono cinque, non si tratterà mica di quattro incapaci e di uno solo bravo……..????

Anche se le querele non mi spaventano, voglio solo sottolineare che dal momento che a ogni azione segue una reazione, se per sbaglio o per fortuna dovessero assolvermi alle querele future e a quella già presente, non finirà a tarallucci e vino…….. denuncia chiama denuncia!!!!

Adesso, tanto per confermare che “parlare bene e razzolare male” è quasi regola, per certi, mi aspetto che la mozione da me presentata che verrà discussa e messa ai voti il 29 dicembre al prossimo Consiglio Comunale venga bocciata, ma se così sarà, avremo modo di parlarne in futuro e a lungo .

Patrick di Majan

Questa la mia email spedita l’indomani mattina presto al Comune di Majano :

Sono stato informato dal Collega Simone Bardus degli avvertimenti e precisazioni fatte ieri sera dal ViceSindaco riguardanti il comunicato da inserire sul bollettino comunale del 2016 . Ho provveduto a modificare il comunicato . Mi preme precisare, che la bella (considerazione e complimento sincero) ViceSindaco avv. Elisa De Sabbata, può procedere con tutte le querele che ritiene opportuno fare, tranquillizzandosi del fatto che la cosa non mi farà perdere il sonno . Sappia anche il ViceSindaco, che è già stata anticipata dal sindaco (minuscolo voluto e dovuto) e che la cosa non mi preoccupa affatto, per due semplici motivi : il primo perchè denuncia non vuol dire condanna, e il secondo, le querele, comprese quelle che ho dato mandato di esporre io, verranno discusse in sede di dibattimento .

Dal momento che io sono sempre stato lo sono attualmente e sarò sempre responsabile di quello che dico non di quello che interpretano gli altri, mi sento sereno e fiducioso .

Diffidando dal modificare anche di una sola virgola il comunicato in allegato, con la presente, formulo i migliori Auguri di Buone Feste all’Amministrazione e ai Dipendenti del Comune di Majano .

 

Questo è il comunicato per il bollettino comunale 2016 :

 

Dopo tanti tentativi, siamo finalmente riusciti a far parte della Pubblica Assemblea .

Sin dal primo Consiglio comunale abbiamo capito come sarebbe stato l’andazzo, infatti, nell’ordine del giorno del primo Consiglio comunale c’era anche la modifica dello statuto della Comunità Collinare in virtù delle subentrate UTI . Eh già, le famigerate Unioni Territoriali Intercomunali, che di fatto tolgono ogni potere decisionale ai Consigli comunali e li delegano ai soliti amici degli amici . Con queste UTI, non solo non ci sarà nessun tipo di risparmio di risorse pubbliche ma non si farà altro che la moltiplicazione dei pani e dei posti, posti, riservati ai soliti noti . Il Sindaco di Rivignano Teor Mario Anzil e il nostro illustre concittadino pre Meni Zannier avevano lanciato una proposta completamente diversa : una iniziativa di referendum regionale partita dal basso per trasformare la nostra Regione in due province autonome, quella del Friuli e quella di Trieste, come in Trentino – Alto Adice, un modello che funziona molto meglio e costa di meno . Tantissimi cittadini l’avevano sostenuta, anche noi, ma il Consiglio Regionale, la maggioranza composta dal Partito “democratico” (!?), evidentemente temendo il grande consenso che questa proposta stava riscuotendo, ha deciso che i referendum chiesti dai friulani non si sarebbero dovuti tenere……. se questa è democrazia . E’ curioso il fatto che il Sindaco Paladin, l’anno scorso, fosse fermamente contraria all’adesione a queste Unioni, poi, di punto in bianco, è diventata favorevole . Impazzita? No, probabilmente è semplicemente in “debito” di riconoscenza con il P D per la Sua ricandidatura . Adesso, ci aspettiamo che in virtù dello stesso probabile “debito” di riconoscenza con il P D, ci riempia il Comune di clandestini………. infatti, sarà culturalmente molto interessante e edificante vedere queste “risorse” bighellonare per Majano ben satolle e ben riposate a spese degli italiani!!!!!

Per quanto riguarda la democrazia, anche il Sindaco di Majano ha una sua precisa concezione della stessa, infatti, abbiamo chiesto di avere la possibilità di ricevere i cittadini periodicamente in Municipio, ma la prima volta ci è stato risposto dal Segretario comunale che non è previsto dal regolamento, la seconda volta, chiesto direttamente al Sindaco per iscritto, ci è stato risposto che per un fattore di trasparenza e democrazia, è stato girato il quesito alla Regione . Ma secondo Voi, è stato girato il quesito alla Regione perchè si vuole essere trasparenti e democratici oppure per trovare un cavillo giuridico essendo allergici al contraddittorio?

In occasione del Consiglio comunale del 29 novembre 2016, abbiamo imparato che a differenza del Consiglio di Stato, che si deve ancora pronunciare sul ricorso delle ultime elezioni regionali, la Regione FVG è stata solerte a rispondere alla nota del Sindaco che faceva riferimento alla nostra richiesta datata 3 agosto 2016, ma mentre stiamo scrivendo questo comunicato, siamo ancora in attesa di una specifica risposta da parte del Sindaco .

Altro bel segnale che dimostra che si tiene tanto alla trasparenza e alla democrazia…… vero?

Abbiamo chiesto un luogo dove la minoranza possa riunirsi a discutere i punti dell’ordine del giorno dei Consigli comunali, il Sindaco, dopo mesi, ha risposto che possiamo chiedere di volta in volta un locale e ci sarà assegnato, sempre di volta in volta, uno dei centri sociali disponibili (così non vi riunite nei bar, ha sentenziato) . Se da una parte è apprezzabile il buon cuore del Sindaco di concederci i centri sociali e non la cappella cimiteriale, dall’altra non ci sentiamo di usufruire di cotanta bontà, almeno fintanto che non ci sarà pari dignità fra tutti gli Amministratori del Comune di Majano, dal momento che Lei non usa i centri sociali per fare le riunioni con la Sua maggioranza .

Come definire queste scelte arbitrarie : paladiniate o paladiniadi?

Come avrete capito, non c’è quel gran dialogo fra noi e il Sindaco, anche perchè per avere un buon dialogo con Lei bisogna sempre dare risposte del tipo “certo, va bene, sarà fatto, provvedo subito, signorsì ecc….ecc…..” e quelli che ci conoscono, sanno bene che siamo piuttosto restii a certi atteggiamenti, a meno che non ci convinca l’idea che sia la cosa giusta da fare . Comunque, non è detto che ciò sia un male, anche perchè parlando di meno si riesce a riflettere di più, ed è proprio di profonde riflessioni che un Amministratore ha bisogno per svolgere bene la sua funzione .

Approfittiamo di questo bollettino per ringraziare tutti i Candidati della lista Majano Cambia e Rivive e tutti quelli che ci hanno espresso la loro fiducia, ci applicheremo per fare in modo che la fiducia ricevuta sia meritata cercando di svolgere il nostro compito nel migliore dei modi .

Se avete domande da farci oppure consigli da darci, ci potete contattare quando volete agli indirizzi email : bortolotti.patrick@libero.it / simone.bardus@libero.it , nessuno nasce maestro e un aiuto è sempre ben accetto .

Concludendo, formuliamo a tutti l’Augurio che l’anno nuovo, il 2017, sia un anno di ritrovata serenità e prosperità………. il vento sta cambiando, l’ultimo referendum l’ha sancito!!!!

Patrick Pierre Bortolotti – Majano Cambia e Rivive .

Mozione che sarà presentata al prossimo Consiglio Comunale del 29 dicembre 2016 :

 

MOZIONE n° 01/16

 

Spett. Le SINDACO e CONSIGLIO COMUNALE

del COMUNE DI MAJANO c/o SUA SEDE

Majano, li 15 dicembre 2016 .

 

Premesso che per ben due volte è stata richiesta la possibilità di poter ricevere periodicamente i cittadini che avessero necessità di interferire con un Gruppo consigliare direttamente in Municipio; appreso che la Regione FVG ha dichiarato che il Comune può autodeterminare con proprio Statuto e regolamento le modalità secondo cui le minoranze consiliari possono esercitare le loro funzioni e le loro prerogative; visto che per posticipare le elezioni per il rinnovo dei Comitati di quartiere questa Amministrazione ha già provveduto a modificare lo Statuto Comunale velocemente e senza alcuna difficoltà; preso atto che questa Amministrazione ha un’alta considerazione del concetto di democrazia, democrazia che ha sempre sostenuto e sosterrà in futuro nell’ottica che un buon lavoro svolto dai Consiglieri, anche di minoranza, possa costituire un valido stimolo e supporto per il buon agire nell’interesse del bene comune ;

il sottoscritto, Patrick Pierre Bortolotti, capogruppo del Gruppo Consiliare “ MAJANO CAMBIA e RIVIVE” , con la presente, CHIEDE di modificare lo Statuto Comunale aggiungendo una voce che permetta a tutti i Consiglieri comunali la possibilità di ricevere periodicamente i cittadini per informazioni, richieste o per ricevere consigli, che preveda l’uso della sala consiliare o altra sala idonea allo scopo .

Certo che non vorrete smentirvi sull’alto concetto di democrazia, convinto che con questa proposta si aggiunga un servizio al cittadino, auspico in un esito favorevole .

Firmato Patrick Pierre Bortolotti

Richiesta oggetto di chiarimenti da parte del Sindaco alla Regione FVG :

Spett. Le COMUNE DI MAJANO

alla C. A. Del Sig. SINDACO

c/o SUA SEDE

 

Majano, li 03 agosto 2016 .

Il sottoscritto Patrick Pierre Bortolotti, membro del Gruppo Consiliare “ MAJANO CAMBIA e RIVIVE”, con la presente,

CHIEDE

Che venga esposto in bacheca che i Consiglieri Comunali Patrick Pierre Bortolotti e Simone Bardus, riceveranno i cittadini tutti i martedì dalle ore 17.30 alle ore 18.30 in sala consigliare (finchè non sarà trovato un’altro luogo idoneo a tale scopo) .

Cordiali Saluti

Patrick Pierre Bortolotti

54784fbcb6727464dcd0fec196465230

Bòn Nadàl

safe_imagenatale

 

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: