Skip to content

ONORE A TE CORRADO BRIN !!!!

19 dicembre 2016

Ogni forma di protesta è condivisibile, anche se invece di spaccare spogliatoi sarebbe meglio spaccare il muso alle cancrene rosse che tanto coccolano questi brutti ceffi!!!!

Patrick di Majan

safe_imagecaenj714

 

da  IL  GIORNALE.IT

 

I migranti nel campetto in memoria del padre: “Offesa al popolo italico”

Cairo Montenotte,Corrado Brin, ha distrutto gli spogliatoi in protesta contro la squadra di migranti che si stava allenando all’interno

Non gli è piaciuto veder giocare nel campo da calcio dedicato alla memoria di suo padre un gruppo di migranti.

Così ha fatto irruzione negli spogliatoi e li ha devastati, in protesta per quella che considera una “offesa al popolo italico”.

Due giorni fa a Cairo Montenotte, Corrado Brin, figlio di Cesare Brin cui il campo da sportivo comunale, è arrivato al campo mentre all’interno si stava svolgendo una partita di calcio con squadre di migranti. “C’erano una trentina di clandestini ne**i che giocavano a calcio – ha scritto su Facebook l’interessato – Sono entrato nello stadio a chiedere spiegazioni e mentre discutevo animatamente con un assessore del comune di Cairo ho osservato i ne**i calzare scarpette da calcio di marca (il costo circa 150-200 euro) e magliette firmate. Considerando che vi sono italiani senza lavoro e pensionati che incassano mensilmente 400 euro o anche meno, mi è salito un po’ il sangue alla testa, sono entrato negli spogliatoi della Cairese e ho sfasciato tutto ciò che mi capitava davanti”.

Una furia di cui si è vantato su Facebook e che rivendica con orgoglio. “Oggi è il mio compleanno – ha scritto – e l’ho festeggiato alla grande. Ora delle conseguenze me ne strafotto. Mi sono sentito in dovere di fare da ambasciatore a tutti gli italiani in difficoltà che non hanno il coraggio di reagire. Se mi si consente. Anche la figura di mio padre Cesare Brin non merita che nello stadio intestato a suo nome venga offeso l’intero popolo italico. Viva l’Italia libera, viva la stirpe italica”.

Secondo quanto riporta il quotidiano locale Igv, nel campo si stava allenando “Il Faggio Olympic”, la squadra della cooperativa “Il Faggio” che promuove “lo sport per atleti con disabilità intellettive-relazionali, fisico motorie e sensoriali”. Da qualche tempo, evidentemente, ospita anche giocatori immigrati. Sono ovviamente scattate le denunce, compresa quella della società che gestisce lo stadio.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: