Skip to content

“RISORSE BOLDRINIANE” TANTO COCCOLATE DALLA SERRACCHIANI !!!!

23 novembre 2016

Se lo riporta anche la PRAVDA  udinese vuol dire che il fatto è grave e non può nasconderlo……. e la calamità del Friuli cosa fa?

Investe altri 11,5 milioni di euro per accoglierne altri 900…………. brava  vero?

15181520_914434638656121_5056099390708811820_n

Per la storia loro sono i democratici e noi i fascisti…….

Patrick di Majan

15134762_1362231570456782_6126998007979450015_n

da  Messaggero  Veneto     22 novembre 2016

 

Chiede sesso a un minore in cambio di soldi, arrestato un richiedente asilo del Cara

L’episodio è accaduto sotto gli occhi degli agenti che stavano passando davanti al centro immigrati gradiscano. All’uomo verrà revocata l’accoglienza e scatterà l’espulsione dall’Italia. Alcuni mesi fa il caso del molestatore seriale

di Francesco Fain

GRADISCA. Erano da poco passate le 18.30. Un ospite del centro immigrati di Gradisca d’Isonzo (non è stato possibile appurare se di nazionalità afghana o pakistana) ha iniziato ad importunare con una certa insistenza un minorenne gradiscano non lontano dal Cara. Gli avrebbe offerto anche dei soldi con intenti, fanno sapere le forze dell’ordine, «chiaramente di natura sessuale».

Ma tutto è avvenuto sotto gli occhi attenti di una pattuglia della Polizia di Stato che stava passando proprio in quei frangenti davanti al centro immigrati gradiscano. Gli agenti, visto che il quadro era estremamente chiaro e non erano necessarie grande interpretazioni relativamente all’accaduto, hanno immediatamente arrestato il richiedente asilo.

A confermare i fatti il questore Lorenzo Pillinini: «I fatti sono molto lineari. L’immigrato ha cercato di adescare il minore, gli ha offerto anche una somma di denaro con l’intenzione evidente di consumare un rapporto di natura sessuale – fa sapere il questore -. La sua sfortuna è stata che, proprio in quei frangenti, una pattuglia della Polizia l’ha tenuto sott’occhio. L’immigrato è stato subito identificato ed è emerso che era un ospite del Cara».

Il richiedente-asilo è stato arrestato. «La procedura, in questi casi, è molto semplice e codificata: all’immigrato verrà immediatamente revocata l’accoglienza e scatterà l’espulsione dall’Italia», aggiunge il questore di Gorizia.

Poco prima, altre conferme erano arrivate del dirigente della Digos, Andrea Bottega. «Effettivamente, c’è stato l’arresto di un richiedente asilo a Gradisca d’Isonzo per adescamento di minore. Di più, però, non possiamo dire in questa fase. La questione è in mano alla Magistratura e, nei prossimi giorni, ci saranno ulteriori comunicazioni. Non rilasciamo altre dichiarazioni».

Come si ricorderà, nei mesi scorsi, aveva fatto un certo rumore a Gorizia la vicenda del “molestatore seriale”. L’uomo, si trattò di un afghano, venne denunciato a piede libero «per tentata violenza sessuale».

Fu questo il provvedimento scattato ai danni del richiedente asilo che importunò e poi tentò di molestare una cinquantenne goriziana al parco di Piuma, dove la donna si trovava per passeggiare assieme ai suoi due cani. Peraltro, da successivi approfondimenti, emerse che il richiedente asilo si era reso protagonista di almeno tre altri episodi, del tutto simili e non sfociati – per fortuna – in una vera violenza sessuale. Altri precedenti di questa natura, fortunatamente, non ci sono stati nella nostra provincia.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: