Skip to content

CHIARO………. N O ????

23 novembre 2016

15202623_10209044639087579_5634995367646131084_n

Voterò NO !!!!

Semplicemente perché la Costituzione è la vera carta dei Valori di tutti gli italiani e non solo da una parte di essi come pare dalla divisione in atto, si può rivedere, ma tutti insieme e non solo subire le scelte di un individuo che ha iniziato la sua carriera politica sparando cazzate e raccontando bugie. Voterò NO perché se i poteri forti, banchieri/finanzieri/capitalisti, perorano il si, significa che il Popolo sta dall’altra parte.

Gli interessi del Popolo stanno dall’altra parte?

Fosse solo per questo che voterò NO !!!!

Patrick di Majan

 

da    L’Euroscettico

 

Il no al referendum salverà l’Italia dall’invasione. Ecco perché :

 

La riforma del titolo V ha un articolo segreto che ci porterà ad essere schiavi dell’UE. Ecco perchè il no al referendum potrebbe essere vitale per il futuro degli italiani.

 

Abbiamo già parlato in un recente articolo di cosa si cela dietro il testo del Referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre senza andare nello specifico sul punto che riguarda la “revisione del titolo V della parte II della costituzione.

La campagna elettorale per il SI si incentra soprattutto sul superamento del bicameralismo perfetto, dimezzamento dei Senatori e taglio dei costi della politica (punti che sono stati sbugiardati in questo articolo). Sono questi i cavalli di battaglia portati avanti dagli esponenti del governo in tv  e dai vari comitati al sostegno del SI per convincere gli elettori ad un voto favorevole. Ma come mai tralasciano il punto che riguarda la revisione del titolo V della parte II della costituzione?

Infatti, all’interno del testo della riforma c’è un articolo che spesso si tende a tenere nascosto, ad ignorare, a far finta che non esista: è il numero 117 che ridefinisce il ruolo delle Regioni tanto a livello interno, quanto sul piano comunitario e internazionale.

Ciò che c’è scritto potrebbe significare la definitiva perdita della nostra sovranità nazionale. Ecco riportato di seguito il testo dell’ articolo che al comma 1 recita:

<<la potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’Unione Europea e dagli obblighi internazionali>>

Ecco di seguito descritta la variazione che subirà l’articolo 117 se dovesse passare il SI al referendum

Articolo 117 attuale: La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione , nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario e dagli obblighi internazionali.

Articolo 117 con modifiche: La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione , nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione Europea e dagli obblighi internazionali.

In questo modo l’ Unione Europea entrerà direttamente dentro la nostra Costituzione, dettando altri vincoli ed ordini che l’ Italia dovrà eseguire.

Questo punto è stato messo in evidenza proprio ieri da Matteo Salvini nel confronto con la Boschi alla trasmissione “Otto e mezzo” su La7″, queste le sue parole:

“Per la prima volta arriva in Costituzione l’ Unione Europea, questa entità sovrannaturale a cui tutti noi, piccoli e grandi, dobbiamo ubbidire senza che gli italiani possano mai esprimersi tramite referendum.

Tratto da Jedanews.it

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: