Skip to content

COSI’ RISOLVONO IL PROBLEMA DELLE PENSIONI…….!!!!!

ottobre 14, 2016

da  ImolaOggi

 

Beato chi non ha capito dove vogliono arrivare.
Chi lo ha capito, già inorridisce.
Dal lavoro alla fossa, senza passare per la pensione.
Aspettate e vedrete

 

Olanda, ora l’eutanasia anche per chi “ha completato la sua vita”

 

Non più solo i malati terminali. Ora l’Olanda potrebbe legalizzare l’eutanasia anche il suicidio assistito per le persone che sentono di aver ‘completato la propria vita’. (O che siano costrette a pensarlo, ndr)

eutanasia

I ministri della Salute e della Giustizia olandesi stanno lavorando a una proposta di legge che vada in questa direzione. “I dettagli devono essere ancora messi a punto – si legge nella lettera inviata al Parlamento olandese e riportata dal Daily Mail -, ma le persone che hanno l’opinione, attentamente considerata, che la loro vita sia completa devono, sotto criteri strettamente definiti, poter terminare la propria esistenza in una maniera che considerano dignitosa”.

Nel 2015 circa 15mila persone, pari al 3,9% dei decessi registrati in Olanda, hanno fatto ricorso all’eutanasia o al suicidio assistito. La proposta dei ministri è destinata specificatamente agli anziani e dovrebbe sfociare in un provvedimento che sarà discusso con esperti di etica e medici. La norma potrebbe diventare legge alla fine del 2017.

IL GIORNALE

QUELLA DI LIBERARSI DI PERSONE ANZIANE MA SANE è un’idea che va avanti già dal 2015 (tempi.it)

Basta con l’eutanasia solo per chi è malato terminale, malato mentale, affetto da imperfezioni e problemi fisici o più semplicemente stanco di vivere. Ora la potente associazione per il diritto di morire (Nvve) vuole che l’eutanasia sia estesa d’ufficio a tutti coloro che hanno compiuto i 70 anni.

L’anno scorso in Olanda la “buona morte” è stata somministrata ufficialmente a 5.306 persone (in realtà, le vittime sono almeno 6 mila), un aumento del 182 per cento rispetto a quando la legge è stata approvata nel 2002. Me per Nvve non basta e così ha ritenuto maturi i tempi per riproporre un vecchio cavallo di battaglia degli anni ’90: la “Kill Pill”.

MORTE, NON SUICIDIO. «Noi vediamo che la società vuole una pillola del genere», ha spiegato il direttore della lobby pro eutanasia Robert Schurink. «Soprattutto la generazione del baby boom, che non ha paura di dire esplicitamente ciò che desidera. Vogliono avere il controllo sulla fine delle loro vite». A prescindere dall’essere affetti o meno da patologie, fisiche o mentali che siano.

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: