Skip to content

ARRICCHIMENTO CULTURALE E VALORI BOLDRINIANI E BERGOGLIANI……………..!!!!!

ottobre 11, 2016

GIOVANI  ITALIANI : visto che disturbano le ragazze, avete forse paura di essere tacciati da razzisti se spaccate le loro teste di cazzo?????

Patrick di Majan

 

da  ImolaOggi

 

Autobus vietati ai migranti: “Non pagano il biglietto e molestano le ragazze”

 

bus-migrantiA Calizzano (Savona) gli studenti viaggeranno su un bus, i migranti su un altro. A deciderlo come riporta la Stampa è stato il sindaco Pierangelo Olivieri dopo che venerdì scorso tra profughi c’è stata una violenta rissa nell’albergo Lux che da qualche settimana li ospita.

Le ragioni del sindaco

“Gli episodi gravi sono ben due, con tafferugli scoppiati già alcuni giorni prima della rissa di venerdì e, comunque, una situazione di tensione e una miriade di episodi non gravi, ma spiacevoli, che stanno davvero avvelenando la vita e la tranquillità del paese”, spiega il sindaco che vuole una drastica riduzione del numero dei migranti nel comune che amministra.

Primo obiettivo: riduzione numero migranti

Primo obiettivo sarà quindi quello di veder ridurre il numero di migranti ospitati a Calizzano. Perché, rivela il primo cittadino – al di là degli episodi imputabili ai comportamenti dei singoli, è proprio il numero dei migranti, in una situazione di forzata convivenza tra varie etnie a provocare tensioni. La stessa cooperativa ha dichiarato che sarebbe disponibile a diminuire il numero di ospiti inoltre precisa il sindaco: “la licenza dell’Albergo Lux vale per un massimo di 24 ospiti, e non per 40, ma che finora si è sempre agito in deroga, chiederò formalmente alla prefettura che vengano rispettati quei parametri iniziali, visto che dopo due anni non si può più parlare di situazione di emergenza. Calizzano è disposto, quindi, ad ospitare un massimo di 20 migranti, che è, in rapporto alla popolazione, già un indice al di sopra della media.

Autobus per gli studenti vietati ai migranti

Per quanto riguarda i disagi sui bus spiega Olivieri: 2La cooperativa si impegnerà affinché i migranti, a meno di effettive necessità, non usufruiscano dei pullman utilizzati dagli studenti; mentre Tpl stipulerà un abbonamento in convenzione con la Cooperativa in modo da evitare il costante fenomeno del mancato pagamenti dei biglietti da parte dei migranti”.

“Non pagano e disturbano le ragazze”

Ma a far prendere la decisione di vietare l’autobus per studenti ai migranti spiega il sindaco sono stati soprattutto gli episodi spiacevoli verso alcune ragazze : non vere e proprie molestie ma atteggiamenti che alcuni non hanno gradito. E conclude il primo cittadino: “Non si tratta di intolleranza, visto che abbiamo dato ampiamente riprova del contrario, ma semplicemente di tutelare la mia comunità, nel massimo rispetto sia dei migranti che del lavoro della cooperativa Il Faggio.

REDAZIONE TISCALI


MI  PIACEREBBE  TANTO  SAPERE  COSA  NE  PENSA  LAURA  BOLDRINI  CHE  HA  SIN  DA  SUBITO  GRIDATO  AL  RAZZISMO…….!!!!!

Patrick di Majan

 

da  IL  GIORNALE.IT

 

Fermo, Mancini esce dal carcere. E spunta un nuovo testimone

È arrivato il braccialetto elettronico che permetterà ad Amedeo Mancini di uscire dal carcere. Intanto spunta la testimonianza dell’autista del bus che conferma la versione di Mancini

Amedeo Mancini torna a casa. Ai domiciliari, ma a casa. Dopo circa 20 giorni di attesa dopo la decisione del giudice che aveva dato il suo benestare per la detenzione ai domiciliari, finalmente è arrivato il braccialetto elettronico che mancava.

L’ultrà della Fermana, accusato di omicidio preterintenzionale dopo la morte del nigeriano Emmanuel Chidi Nnamdi avvenuta a Fermo il 4 luglio scorso.

Mancini esce dal carcere

Dopo più di tre mesi Mancini lascia quindi la cella, dopo che il circolo mediatico sostenuto dalla sinistra, Maria Elena Boschi e Laura Boldrini in testa, lo aveva bollato come colpevole e razzista. Non è però finita la battaglia legale che vede l’ultrà ancora sotto accusa. La procura è convinta che Mancini sia colpevole di omicidio, sebbene preterintenzionale, con l’aggravante dell’odio razzista. Più di un testimone, sette per la precisione, hanno però confermato la versione dell’ultrà che ha sempre detto di essersi difeso.

La nuova testimonianza

Pochi giorni fa è arrivata un’ulteriore conferma. Si tratta della testimonianza dell’autista del bus su cui Mancini e l’amico sarebbe dovuto salire per andare al mare. Il conducente conferma la versione del 39enne fermano: i due nigeriani gli hanno impedito di salire sul bus, scatenando la colluttazione da cui è scaturita la morte di Emmanuel. Una racconto peraltro identico a quello rilasciato da altri due testimoni, la bigliettaia del bus e una signora polacca che era vicino a Mancini in attesa dell’autobus. Come scrive il Resto del Carlino, la donna avrebbe messo agli atti che nel momento in cui i due nigeriani sono passati vicino alla fermata del bus, “Mancini si è rivolto a me dicendomi: ‘Ma non ti sembra una scimmia?’. La ragazza di colore, che ha sentito, ha mostrato il dito medio. I tre hanno poi proseguito. Dopo un po’ sono tornati in due ed hanno impedito a Mancini di salire sull’autobus. Poi ho sentito l’italiano che, con le mani dietro la schiena, diceva: mi vuoi ammazzare?”.

Sono diversi inoltre i punti ancora da chiarire per mettere il punto finale ad una tragica vicenda. Non è ancora chiaro, ad esempio, per quale motivo sul paletto stradale che i testimoni dicono Emmanuel abbia usato per picchiare Amedeo non siano state trovate dal Ris tracce del Dna del nigeriano. Inoltre ci sono le versioni discordanti raccontate dalla moglie di Emmanuel, Chiniary, e i testimoni, che puntano il dito contro la donna, accusandola di aver scatenato la rissa attaccando l’ultrà.

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: