Skip to content

VA RIFORMATA ANCHE LA MAGISTRATURA !!!!!

9 ottobre 2016

14520362_1132292576864705_5885794793841884652_n

O  MEGLIO : NON  TUTTI  SONO  UGUALI  PER  LA  LEGGE !!!!

 

da  Francesco Storace

FA PIACERE – Fa piacere che ci siano politici, indagati da magistrati, massacrati dai media, scannati dai politici avversari, riabilitati da altri magistrati.
Marino, Cota, Alemanno, tra i due e i tre anni sotto la gogna mediatica.
Più fortunato Zingaretti, che ha sofferto una decina di minuti.
Io ho donato alla magistratura italiana ventitré anni, tra Laziogate, ricerca sanitaria e Napolitano.
Appartengo alla casta dei puniti perché rimasti puliti. In Italia la coerenza e’ peggio di un reato, soprattutto quando ti permetti di essere sempre assolto.
In questi quasi dieci anni di assenza dal Parlamento ho sentito solo chiacchiere sulla giustizia, usata come clava. Ma chi sbaglia continua a non pagare mai.
E questo non mi fa piacere.

14502838_304162596636626_8402653673511865125_n

PARRUCCONI, ALTRO CHE GIUSTIZIA… – Anche oggi marea di interviste per dire che in fondo se un giudice ti scagiona dopo che un altro magistrato ti ha perseguitato, non ti puoi lamentare.
Ipocriti, parrucconi, vigliacchi.
È inaccettabile. Con i processi-farsa, nel mio caso tutti conclusi con la mia conclamata estraneità, si sono rovinate reputazioni.
Sto ancora aspettando che qualcuno, a sinistra, si scusi per aver preteso le mie dimissioni da ministro per il Laziogate esploso in una bolla di sapone per sette anni.
Sto ancora aspettando che chi mi ha tenuto a bagnomaria per sette anni senza interrogarmi mai, mi spieghi il perché di un’indagine sulla ricerca sanitaria conclusa col proscioglimento il giorno prima di essere prescritta.
Sto ancora aspettando le scuse di Giorgio Napolitano e Clemente Mastella per avermi tenuto appeso ben nove anni per lesa maestà: se posso dire di essere stato assolto e’ solo perché ho rifiutato la prescrizione.
E nonostante tutto questo mi è toccato persino farmi fare la morale a destra.
Appena otto anni in Parlamento e ben ventitré di processi, sommandoli uno appresso all’altro. Un altro si sarebbe suicidato…


da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

L’editoriale della domenica di Francesco Storace

09/10/2016 06:00

NON È STATO IL MAGGIORDOMO

Riflessione sull’impegno della Destra nel 2007 per un’offerta culturale e politica alle nuove generazioni

NON È STATO IL MAGGIORDOMO
Una politica senza valori spalanca sempre più la strada ad un potere spregiudicato, capace di uccidere per dominare

 

Più che un giallo, rosso serpente. Ma la trama resta sempre quella, insidiosa, cattiva, spietata.
È la concezione del potere, icona sacra di una società malata, sempre più ansiosa di dominare l’altro. Non solo in politica, che ormai conta sempre meno; ma nell’economia e in generale nel territorio prevale la voglia di comando, il rifiuto delle regole. A partire da quelle di convivenza. In un quartiere come in un partito o un’istituzione.
All’alba de La Destra, quando migliaia di persone salutarono la nascita del nuovo movimento al palazzo dei Congressi dell’Eur, a Roma, la mozione della Costituente fu intitolata “Vivere di idee per non morire di potere”.
È la sintesi ideale di una comunità che, sia pure indebolita nel corso degli anni, ha voluto rappresentare l’orgogliosa testimonianza di un’appartenza politica che antepone la fede nei valori al successo facile. La Destra e’ nata per non far evaporare un bisogno di politica vera, di cultura autentica, di sacrificio come fondamento comune. Non c’è stata solo la rinuncia ad un ministero per un’indagine appena aperta (se si pensa alla resistenza odierna alla poltrona, chesso’, di Paola Muraro…); ma un’intera comunità, in quegli anni terribili e bellissimi, preferiva la bandiera all’assessorato, le idee alla carriera, la battaglia polverosa alle poltrone luccicanti.
Quella storia gloriosa non ha avuto il successo che avrebbe dovuto meritare e ne parleremo al prossimo  congresso nazionale. Ma chi ha “vinto” – il resto del mondo, gli spartitori di potere – non ha guadagnato certo onori. E deve guardarsi le spalle non dal maggiordomo, ma dal collega, dal socio, dal finto amico. Potrebbe raccontarla Enrico Letta la sua avventura, pugnalato dalla direzione del suo partito, il Pd, per fargli soffiare la seggiola da Matteo Renzi. E tanti altri avrebbero da dire la loro su tempi che glorificano la furbizia al posto della coerenza.
Fra qualche settimana si andrà al settantesimo del Msi e ben altro comportamento si può raccontare da quegli uomini eroici che riunirono i reduci dalla sconfitta. Tanti martiri tra i nostri ragazzi, troppe bare accompagnate a spalla dai nostri militanti in lacrime, e ciascuno di noi fortunati sopravvissuti a quella stagione d’odio sa che per i nostri ideali si era disposti letteralmente a morire. Nel renzismo imperante, ma è una pagina in verità già aperta da troppi anni è accentuata dallo scontro infinito per il dominio sulla società, e’ per il potere che si è pronti ad uccidere.
Non proponiamo una riflessione buonista; tutt’altro. Ma dovrà tornare il tempo del rispetto per chi sacrifica se stesso per un’idea e non per un ministero. Di quella destra 2007 torna ad esserci bisogno, magari in una forma associata ad altri, vedremo come. Ma quella lezione della Costituente va tenuta a mente; perché è l’offerta culturale e politica più originale che si possa offrire a generazioni nuove a cui non è dato di sapere perché è per chi doversi impegnare in politica. Ed è davvero desolante.
Amate la politica, uccisa dall’assenza di valori. Odiate il potere: l’assassino è lui.

Francesco Storace

 

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: