Skip to content

CREDETE ANCORA AI BUGIARDI EUROPEISTI ????

1 ottobre 2016

da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

il dato

01/10/2016 12:05

La conferma: dopo Brexit, Londra vola

Rivisto al rialzo il Pil britannico, fuori dall’Europa l’economia accelera

La conferma: dopo Brexit, Londra vola

Sono passati più di tre mesi dal referendum su Brexit, con il quale lo scorso 23 giugno gli elettori del Regno Unito hanno deciso di uscire dall’Unione Europea.

Un risultato, era stato annunciato prima del voto da economisti e osservatori, che avrebbe portato a conseguenze negative sull’economia del Paese.

Ma è veramente così? In realtà, no. L’economia britannica ha accelerato prima dello shock della Brexit più del previsto. L’Ons (Office for National Statistics) ha annunciato ieri che in base alle sue stime definitive il Pil del Regno Unito è cresciuto nel secondo trimestre del 2016 dello 0,7%, contro il +0,4% del trimestre precedente. Gli economisti avevano previsto una conferma della lettura precedente che aveva indicato una crescita dello 0,6%. “I dati supportano l’idea che non ci sia stato uno shock immediato per l’economia – ha osservato uno degli esperti dell’Ons, Darren Morgan – anche se ancora non abbiamo un quadro completo”.

Su base annua il Pil britannico è aumentato nel secondo trimestre del 2,1%, dal +2% del trimestre precedente. Gli esperti avevano atteso una conferma della stima preliminare che aveva indicato un aumento del 2,2%.

Come riporta ‘Milano Finanza’, inoltre, sempre nei primi tre mesi dall’anno il deficit delle partite correnti si è attestato a -28,7 miliardi di sterline, mentre gli economisti se lo aspettavano a 30,3 miliardi di sterline. Il dato del primo trimestre è stato rivisto da 32,6 a 27 miliardi di sterline.

Tra gennaio e marzo inoltre gli investimenti delle imprese sono stati rivisti al rialzo da +0,5% a livello mensile a +1%. Confermata la lettura a livello annuale a -0,8%.

Dopo l’annuncio dei dati sul PIL nel cambio euro/sterlina, la sterlina ha toccato il minimo di seduta in mattinata a 0,8611.

Già alcuni giorni fa, Standard and Poor’s, aveva annunciato che il Regno Unito e l’Eurozona eviteranno una recessione post-Brexit, ma non un rallentamento della crescita che si protrarrà negli anni, anche se in modo un po’ meno pesante di quanto previsto tre mesi fa, subito dopo il referendum.

L’agenzia di rating ha stimato che la Brexit ridurrà la crescita del Pil di 2,1 punti percentuali entro la fine del 2018.

La svalutazione della sterlina avrà un impatto positivo sull’export, ma frenerà il potere d’acquisto e i consumi. Per il Regno Unito l’agenzia stima un aumento del Pil par all’1,8% quest’anno, dell’1% nel 2017 (da 0,9% previsto a giugno) e dell’1,1% nel 2018 (da +1%).

L’impatto sarà più contenuto per l’Eurozona, con una riduzione della crescita del Pil stimata in 0,7 punti nel 2017-2018. Per l’area euro le nuove previsioni indicano un +1,4% sia l’anno prossimo sia nel 2018 (da 1,3% e 1,4%).

Tuttavia non si può ignorare il fatto che le previsioni catastrofiste, che raccontavano di un immediato crollo dell’economia d’Oltremanica, si stiano dimostrando clamorosamente sbagliate. “In breve, non è caduto il cielo su nessuna delle due rive della Manica, contrariamente alle preoccupazioni di una discesa del Regno Unito in recessione”, ha commentato Jean-Michel Six, capo economista di S&P per l’Europa, pur avvertendo che “l’effetto della Brexit si farà sentire per anni”.

A tre mesi dal voto, però, i dati e le analisi non confermano le previsioni: i consumi nel Regno Unito non sono scesi e il settore dei servizi – che rappresenta l’80 per cento dell’economia, e comprende dai servizi finanziari alla ristorazione – nel mese di agosto è cresciuto come non era mai successo.

In futuro le cose potrebbero cambiare? Il tempo darà la risposta. Di certo al momento pare evidente che l’economia britannica naviga tutt’altro che in cattive acque. Segno che già fuori dall’euro c’era vita. E fuori dall’Unione ce n’è ancor di più. Cheers…

bf

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: