Skip to content

5 ZECCHE…….. DILETTANTI ALLO SBARAGLIO !!!!

ottobre 1, 2016

14485003_10210967220202717_9150473742242808304_n

 

da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

l’editoriale di Francesco Storace

30/09/2016 06:00

LA MEDAGLIA

A Roma centri sociali indisturbati; contro Cpi spiegamento di forze per soffocare una protesta civile

LA MEDAGLIA
Manette a Simone Di Stefano ed altri militanti di Casapound per aver difeso la casa di due famiglie italiane con disabili

Per aver tolto la bandiera che simboleggia l’usura dal pennone della rappresentanza dell’Unione europea a Roma si è beccato l’accusa di furto. E gli spiritosi della commissione antimafia, alla vigilia delle comunali, appiopparono l’impresentabilita’ derivante dai fulmini della legge Severino sulla testa di Simone Di Stefano, vicepresidente di Casapound. Manco si trattasse di un tangentista.

Ieri, la, polizia municipale della Capitale lo ha ammanettato assieme a più di una decina di militanti dell’organizzazione per aver difeso il diritto alla casa di due famiglie italiane, con persone disabili, conculcato dall’amministrazione comunale. Una delle due famiglie si era vista persino proporre come “soluzione” un campo nomadi.

Dal palazzo di via del Colosseo, Di Stefano e i suoi militanti sono usciti in fila indiana, ammanettati come pericolosi delinquenti. Una vergogna assoluta nella città che vede accampate tantissime persone negli stabili occupati dall’estrema sinistra e che nessuno osa toccare. Più facile perseguire persone che difendono civilmente i diritti.

Il Comune ha preteso una specie di assetto di guerra ai propri agenti, dispiegando ben sessanta agenti a caccia di qualche capo dei capi de’ noantri. Ed è talmente vero che l’ordine e’ partito dal Palazzo Senatorio che i manifestanti rimasti liberi (per fortuna) assieme alle famiglie brutalmente cacciate dalle abitazioni dove vivevano da trent’anni, sono stati per ore in Campidoglio senza essere ricevuti da un assessore, un consigliere, un dirigente, un usciere. Senza umanità il nuovo corso a cinque stelle…

Inneggeranno alla legalità, come se fosse praticata per davvero. Che cosa sono due famiglie in pessime condizioni, sindaco Raggi, rispetto alle centinaia e forse migliaia di occupanti abusivi che stanno ovunque e che nessuno osa toccare perché non ci si mette contro i centri sociali dell’estrema sinistra? Molto più comodo mettere gli schiavettoni a Casapound, illudendosi che queste parate possano mettere a tacere la protesta.

Il tutto accade mentre la regione di Zingaretti sforna un’incredibile delibera che regala il 25% del patrimonio abitativo proprio ai centri sociali che occupano le case pubbliche; probabilmente un paio a via del Colosseo non c’erano. Mancavano i timbri rossi e la nazionalita’ giusta, quella degli immigrati ammassati in stabili ormai ben noti a tutti. Non li cacciano per motivi di ordine pubblico, questa è la realtà; che invece si può far rispettare molto piu agevolmente quando di fronte si hanno persone che non sono teppisti di professione.

È l’Italia che depenalizza il pedofilo tenue, il borseggiatore pizzicato e il calunniatore che infanga e tante altre fattispecie criminali cadute sotto l’ombrello protettivo del governo di Matteo Renzi. È la stessa Italia che non si vergogna a mettere alla sbarra chi vorrebbe un tetto per i propri connazionali. Noi non abbiamo dubbi da quale parte stare.

Caro Simone, non è galera. È una medaglia che ti sei meritato e ti fa onore. Alla faccia di questo mondo infame.

Francesco Storace

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: