Skip to content

NON SONO PARTICOLARMENTE DISPIACIUTO MA DEVO ASPETTARE ANCORA PER FARE FESTA GRANDE……..!!!!!

16 settembre 2016

da  IL  GIORNALE.IT

 

Morte Ciampi, Renzi: “Ha servito l’Italia”. Salvini: “Traditore”

Il mondo della politica ricorda Ciampi. Renzi: “Ha servito il Paese”. Brunetta: “Economista, politico, servitore dello Stato”. Polemica sulle parole di Salvini

Così il premier Matteo Renzi ricorda su Twitter, al figura di Carlo Azeglio Ciampi, scomparso questa mattina.

Duro invece il commento di Matteo Salvini: “Un traditore come Napolitano”. “Politicamente parlando Ciampi è uno dei traditori dell’Italia e degli italiani, come Napolitano, Prodi e Monti”, spiega il leader leghista a SkyTg24. “Si porta sulla coscienza il disastro sulle spalle di 50 milioni di italiani. Rispetto per la morte ma politicamente, come per Napolitano, lo considero uno da processare come traditore”.

Per l’ex premier Enrico Letta “Ciampi è stato uno dei padri del Paese. Se l’Italia è (ancora) un grande Paese la riconoscenza che dobbiamo a Ciampi è enorme”. Anche il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, ha ricordato Ciampi come “un esempio di coerenza, competenza e dignità. Un grande statista italiano”. Esprime il suo cordoglio anche il ministro del Lavoro Giuliano Poletti: “Sono profondamente rattristato dalla scomparsa di Carlo Azeglio Ciampi. L’Italia perde una personalità di grande statura morale e intellettuale, che ha messo la sua vita al servizio del Paese, con un altissimo senso delle istituzioni e una forte passione civile”. “Cordoglio, a nome mio e del gruppo Fi alla Camera, per scomparsa del presidente Carlo Azeglio Ciampi. Economista, politico, servitore dello Stato”, scrive su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.
—————————————————————————
14364766_10154023693123865_4697647008688891860_n
———————————————————————-

Di Carlo Azeglio Ciampi ricordo che quando era Governatore della Banca d’Italia, facendo a braccio di ferro con Soros (figuriamoci), fece perdere al Tesoro 50 miliardi delle vecchie lire. E’ stato sbandierato come un campione dell’italianità ma quando accompagnando la Regina Elisabetta a Milano passò davanti alla Prefettura che esponeva la bandiera italiana, la Regina, che il suo mestiere lo sa fare, fece un inchino mentre il cialtrone livornese, solo quando si accorse della gaffe, goffamente la imitò. Era un poveretto come quasi tutti coloro che ci hanno governato negli ultimi quarant’anni.

Massimo Fini

17 settembre 2016

Annunci

From → Uncategorized

One Comment
  1. L’ha ribloggato su pachine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: