Skip to content

UN POVERO DI SPIRITO CHE PARLA DI UNA POVERTA’ MAI ESISTITA !!!!

28 agosto 2016

14184399_1102604446493697_8299494817693169676_n

da  Messaggero  Veneto   27 agosto 2016

 

televisione

La puntura di Vespa

“Il terremoto come volano dell’economia”, ha detto compiaciuto. Bufera su “Porta a Porta”, ma tanto poi passa

 

di Gian Paolo Polesini

Confesso che Vespa lo evito volentieri.

 

E l’ho oscurato pure nello speciale Porta a Porta dell’altra sera. Il rimbalzo delle sue gesta, però, mi ha inevitabilmente beccato in fronte, come una pallottola vagante destinata ad altri.

«Il terremoto come volano dell’economia», sputa l’anchorman sfoderando un sorriso compiaciuto col sostegno del ministro Delrio.

«Il Friuli era povero ed è diventato ricco dopo il ’76».

Detto in sporchi soldoni, i morti produrrebbero pil.

Ho pensato, ieri. Manco scrivo, guarda. È talmente meschina ‘sta cosa che è meglio farla passare attraverso chilometri di silenzio.

See. Col web spione e più infingardo di una zitella, lo viene a sapere il mondo in un nano secondo.

Vespa, sei nella people zone, ogni maledetta sera, quella che tutti noi ossigeniamo. Se ti viene su la sparata, inghiottila e offrila in pasto ai succhi gastrici. Diobuono, Bruno, ma che ti salta in mente?

Sulla tragedia deve rinascere la vita, chiaro, ma c’è modo e modo. Buttarla sul soldo, fra l’altro lercio, è di una bassezza infinita. Lucrare sulle disgrazie, anche virtualmente, è il mestieraccio del millennio. Non serve entrare nelle case sventrate e uscirne con la collanina d’oro per guadagnarsi con disonore la patente di sciacallo.

Un bel po’ di giornalismo è sciacallaggio, lo sguardo sui drammi altrui è a volte è sciacallaggio, il godere sugli inciampi degli amici è sciacallaggio, postare scemenze su fb è sciacallaggio.

Abbondano le fogge in questo Paese che si nutre di odio. Fa specie se pronunciato da un decano dell’informazione, ma è la norma, cari miei.

Nella vita reale l’effetto è meno dirompente che in tv, la cassa mediatica è una valle dove l’eco non ha barriere.

E, comunque, allo sdegno segue un bel fico secco.

Su questo marcia la televisione, protetta dal sicuro perdono popolare.

Anzi, l’indomani tutti a guardare, vuoi mai che ne spari un’altra. E due giorni dopo, tutti di nuovo amici.

Ogni tanto, facciamo quelli che s’incazzano per davvero.

——————————————————————–

14095885_1089476557795938_975967007174190906_n

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: