Skip to content

DELINQUENTI GOVERNATIVI…….!!!!

luglio 20, 2016

da ImolaOggi

A casa del funzionario di Renzi trovate buste con 230mila euro
NEWS, POLITICA martedì, 19, luglio, 2016

renzi-debitoIn casa di Renato Mazzocchi, funzionario della Presidenza del Consiglio, i finanzieri hanno trovato quello che stavano cercando: 230 mila euro in contanti preparati in bustarelle.

I militari sono andati a perquisire la casa di Mazzocchi nell’ambito dell’inchiesta della procura di Roma su Raffaele Pizza, il faccendiere finito nelle cronache per le intercettazioni in cui affermava di aver fatto assumere il fratello di Angelino Alfano alle poste.

Secondo quanto scrive il Corriere, i soldi trovati a casa di Mazzocchi sarebbero serviti a pilotare i processi. Una ipotesi che sarebbe supportata anche da intercettazioni ambientali. A Mazzocchi i procuratori arrivano indagando sulla “cricca” di Pizza, quella che ha coinvolto anche il deputato Ncd Antonio Marotta.

I soldi trovati in casa dell’ex capo della segreteria dell’allora ministro all’Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio sono stati considerati “provento di reato” e sequestrati dal Gip. L’accusa è quella di riciclaggio, ma è ancora chiaro il coinvolgimento di Mazzocchi nella cosiddetta “cricca”.

Per quanto riguarda i processi di cui la “cricca” voleva conoscere in anticipo le indagini, ai pm Alberto Orsini (commercialista che i pm considerano la mente del gruppo) ammette di aver ricevuto informazioni sulle indagini che lo riguardavano. Quello che i magistrati dovranno capire è se i soldi trovati nei cassetti di Marzocchi sono quelli pagati da Orsini per pilotare i processi a suo carico. IL GIORNALE

—————————————————————————————–
Dall’Italia 19 milioni di euro alle ONG “per la crisi siriana”
NEWS, POLITICA mercoledì, 20, luglio, 2016

Sulla base dell’impegno annunciato dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Paolo Gentiloni, in occasione della Conferenza dei donatori della Siria dello scorso 4 febbraio, l’Italia ha approvato la concessione di finanziamenti di emergenza per un importo complessivo di quasi 19 milioni di euro, gran parte dei quali – 14,7 milioni – destinati a finanziare progetti umanitari che verranno realizzati dalle Organizzazioni Non Governative italiane operanti nella Regione, non solo in Siria, ma anche in Libano e Giordania.

Per quanto riguarda il Libano e la Giordania, le iniziative in questione sono in linea con l’esigenza di concentrare i nostri interventi sui giovani (istruzione, creazione di opportunità di reddito e di impiego e formazione professionale), anche in un’ottica di mitigazione della pressione migratoria. In ordine alle attività all’interno del territorio siriano, il focus sarà sulla sicurezza alimentare e sul miglioramento delle condizioni medico-sanitarie delle categorie più vulnerabili della popolazione civile; esse saranno realizzate sia nelle aree poste sotto il controllo del Governo di Damasco, sia in quelle dell’opposizione.

In aggiunta a tale importo, una quota complessiva di 4 milioni di euro verrà ripartita in parti uguali fra il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia (UNICEF) ed il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR) per sostenere interventi di emergenza, rispettivamente, nel settore dell’istruzione ed dell’assistenza all’infanzia, nonché in campo sanitario. Anche questi interventi riguarderanno, oltre alla Siria, il Libano e la Giordania.

Tutte le iniziative rientrano nell’ambito del più ampio pacchetto di interventi annunciato a Londra in febbraio dal Ministro Gentiloni per un importo complessivo di 400 milioni di dollari nel triennio 2016-2018. (agenzia stampa italia)

—————————————————————————-
Raggi: “I bambini devono imparare la memoria della Resistenza”
NEWS, POLITICA martedì, 19, luglio, 2016

Roma, 19 Luglio 2016 – Il 19 Luglio del 1943 gli Americani bombardano San Lorenzo. Virginia Raggi ha ricordato i caduti nei posti simbolo dove caddero le bombe. Prima si è recata al deposito Atac di via Prenestina dove ha incontrato alcuni dipendenti che l’hanno incoraggiata, poi alle vicine Ferrovie dello Stato. Ultimo incontro al Parco dei Caduti dove dopo aver depositato una corona di fiori parla con alcuni abitanti del quartiere.

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: