Skip to content

SCIACALLI E TRADITORI…… ECCO COSA SIETE !!!!

luglio 18, 2016

da  IL  GIORNALE.IT

 

Boschi: “Sì al referendum per combattere il terrorismo”. È polemica

Il ministro Boschi usa la paura per il terrorismo per fare propaganda per il “sì” al referendum. Scoppia la polemica

“Dobbiamo abbassare tutti il livello di propaganda. Non si può sentire un ministro della Repubblica che utilizza la riforma costituzionale per dire che quello è un antidoto all’instabilità politica e al terrorismo”.

Così, riferendosi alle parole espresse ieri dal ministro per le Riforme Maria Elena Boschi, il capogruppo alla Camera di Sinistra italiana Arturo Scotto, arrivando a palazzo Chigi per la riunione dei presidenti dei gruppi con il presidente del Consiglio Matteo Renzi dopo l’attentato terroristico a Nizza. Le parole della Boschi infatti hanno suscitato qualche perplessità. Subito dopo la strage di Nizza, il ministro delle Riforme aveva affermato: “Dire ‘sì’ al referendum e alle riforme può dare al nostro paese la possibilità di essere più moderno e credibile”, in grado di avanzare proposte e dare risposte alle “sfide della crescita economica, le sfide della integrazione e della gestione dei flussi migratori in arrivo”. Condizioni essenziali per emarginare la minaccia del terrorismo e per rispondere all’esigenza di sicurezza “che arriva dai cittadini”. Insomma un volo pindarico che lega il “sì” al referendum all’emergenza terrorismo che ai più pare abbastanza forzato. La propaganda sul voto a quanto pare sta sfuggendo di mano al governo che adesso vorrebbe sfruttare la paura per convincere gli italiani a votare un “sì” che col terrorismo e l’immigrazione c’entra davvero poco…


Quando la Boldrini diceva: “Aiutare gli italiani? Mai cosa più sbagliata”

Dopo i fatti di Nizza e l’aumento della povertà, virale sul web il video in cui la presidente della Camera affermava che è “sbagliato” pensare prima agli italiani

Dopo i fatti di Nizza, dopo il terrorismo, dopo le difficoltà economiche e i dati Istat che certificano l’aumento dei poveri nel Belpaese, gli italiani non ne possono più.

Sono stanchi, evidentemente, di sentirsi dire che bisogna prima pensare agli altri, prima ai migranti, prima ai profughi. Avrebbero piacere, gli italiani, che i politici nostrani almeno un volta mettessero al primo posto chi paga le tasse, chi si prende la briga di andare a votare, chi è disoccupato, chi in difficoltà e via dicendo.

Laura Boldrini in Marocco

Anche per questo è tornato virale sul web un video simbolo del “tradimento” del Palazzo nei confronti dei cittadini. La protagonsita delle immagini è Laura Boldrini, quando nel giugno 2016 andò in visita ufficiale in Marocco.

In quell’occasione, la presidente della Camera disse senza mezzi termini che il principale problema del mondo non è il terrorismo, ma “i populismi e i movimenti che vogliono costruire i muri”. Pericoli che ovviamente l’Italia ha “in casa”, un rischio da “cui dobbiamo guardarci” (leggi destra e Lega Nord). Poi attaccò con veemenza chi sostiene che bisogna aiutare gli italiani: “Mai ricetta più sbagliata – pontificava la Boldrini – di quella di chi dice che bisogna prima pensare ai nostri concittadini” (guarda il video).

————————————————————————————————-
 13754623_10208308466822332_2525046030087979956_n
13690714_10201895863953734_6736215269246540645_n
 13709850_265272567187808_4149462052719790987_n
 13770509_1739780146310602_7724578512836573796_n

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: