Skip to content

DALLA PADELLA ALLA BRACE……. SEMPRE ZECCHE SONO !!!!!

19 giugno 2016

da  ImolaOggi

 

“Grillo delira e i grillini dietro di lui, ubriacati da un delirio di incosciente onnipotenza.
Ma Grillo o grillini, sempre seguaci del peggior comunismo sono.”

 

Grillo delira e i grillini dietro di lui, sempre seguaci del peggior comunismo

 

>>>ANSA/ COMUNALI: GRILLO, A PARMA E GENOVA PROBABILE BALLOTTAGGIO!

Quell’intervista al “Time” di Beppe Grillo – era il marzo 2013–, quella sua affermazione “Se noi falliamo l’Italia sarà guidata dalla violenza nelle strade” mi fece accapponare la pelle, rabbrividire…

Grillo imitava quel criminale di Hugo Chavez, un dittatore che in 15 anni di suo regime era riuscito a trasformare una Nazione pacifica nello Stato/padrone con la maggiore percentuale di criminalità a mondo (con i suoi 150.000 omicidi insoluti dal 1999 ad oggi).

Criminali e despoti che, in Italia, altri e ben peggiori criminali politici, ossia i comunisti, la sinistra ed i loro “prezzolati intellettuali” presentavano come eroi moderni, come corifei di una libertà inesistente perché fondata sulla tirannide, sul dispotismo, sul disprezzo dell’individuo.

“Vogliamo il 100% del Parlamento, non il 20% o il 30%. Quando i cittadini diverranno lo Stato il nostro compito sarà terminato”. Le stesse identiche parole usate da Nanni Balestrini nel suo “vogliamo tutto” edito da Feltrinelli nel 1971, un esercizio di vagheggiamenti della classe operaia, raccontati da un “militante comunista sognatore”, tragicamente disilluso, che credeva fosse in atto in Italia la sbandierata rivolta culturale e politica.

Ma era solo il solito “specchietto per le allodole”, era l’aggressione di stampo militarista che il sinedrio comunista internazionale stava sferrando contro la gracile Repubblica Italiana, con la complicità del Pci di Berlinguer, della Cederna, di Pasolini, delle Brigate Rosse, per imporre sull’Italia il suo regime.

A luglio del 1978 l’Italia ebbe il suo Chavez al Colle, dove fu deposto con l’intimidazione e le minacce di peggiori rappresaglie, ossia Sandro Pertini. Grillo, come Chavez, esaltava la così detta “società civile”, detentrice, a suo millantare, di valori di democrazia con i quali sostituire, abbattendolo, lo Stato di Diritto.

Grillo delira e i grillini dietro di lui, ubriacati da un delirio di incosciente onnipotenza. Ma Grillo o grillini, sempre seguaci del peggior comunismo sono.

Gaetano Immè

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: