Skip to content

ADESSO BASTA……… AVETE STUFATO !!!!!

giugno 18, 2016

UMANAMENTE  MI  DISPIACE  PER  LA  BRUTTA  FINE  FATTA  DA  UN  RAGAZZO,  MA  SONO  ALTRESI’  CONVINTO,  CHE  SE  QUEL  RAGAZZO  SI  FOSSE  FATTO  I  CAZZI  SUOI  SENZA  ANDARE  A  FICCARE  IL  NASO  IN  QUESTIONI  CHE  NON  LO  RIGUARDAVANO,  PROBABILMENTE,  SAREBBE  ANCORA  VIVO !!!!

Ora faremo di Regeni un altro eroe, manderemo la madre al parlamento europeo e intitoleremo a Regeni un’aula del senato….Carlo Giuliani docet….

Patrick di Majan

 

da  AZIONE  CULTURALE

 

Paola Regeni, il nuovo ministro degli esteri italiano?

155859206-2a27b5e9-85eb-4299-a16b-1a91550fd95c

Vedere la madre di Regeni assurgere ad una sorta di Mogherini 2 in foulard al Parlamento Europeo fa solo riflettere sulla palese assenza di serietà da parte di uno stato incapace non solo a definire la propria sovranità, ma anche a far rispettare i ruoli della propria amministrazione.

Non ho visto una tale ribalta mediatica per i genitori e i parenti dei tecnici uccisi in Libia, né per i genitori dei giovani del Cermis, o dei soldati tornati dai Balcani con i tumori per l’inalazione dell‘uranio impoverito. Evidentemente c’è da pensare che la signora Regeni goda di ribalte particolari, così come tutti coloro i quali oggi in Europa puntano alla sostituzione del generale Al Sisi con un regime più allineato agli interessi britannici e di altri potentati continentali.

Assurdo che questa signora se ne esca quasi dettando linee geopolitiche ad un governo facente capo a 60 milioni di individui, avendo pure l’ardire di esternare che l’ambasciatore italiano al Cairo se ne deve stare a casa.

Ora, con tutta la buona volontà di questo mondo, la signora Regeni non ha nessun titolo per dire cosa deve fare un ambasciatore, con chi deve intrattenere rapporti economici una nazione, e soprattutto lo “stare a casa” poteva consigliarlo a suo figlio e non ad un diplomatico, specialmente visti i viaggi poco chiari tra Cambridge ed Egitto, a consegnare un ritratto non proprio idilliaco di tutta la faccenda. Con buona pace di Amnesty e ONG varie.

(di Alessandro Catto)

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: