Skip to content

IL FRIULI NON POTRA’ PIU’ AVERE NIENTE DI PIU’ INUTILE E DANNOSO !!!!

giugno 17, 2016

da  ImolaOggi

 

Ma la Serracchiani ce l’aveva già pronto il comunicato?

 

Deputata britannica uccisa, comincia lo sciacallaggio del Pd

safe_imagedb

TRIESTE, 16 GIU – L’uomo che ha sparato gridando “Prima i britannici” a Jo Cox “incarna uno degli aspetti più inquietanti e pericolosi dell’insorgente nazionalismo e dei populismi di destra che si rinfocolano in varie parti d’Europa”. Lo afferma la presidente del FVG e vicesegretaria Pd, Debora Serracchiani, commentando sul suo sito web l’attentato mortale
alla deputata laburista inglese.

(In realtà la polizia la polizia non ha confermato la versione del testimone Hithem Ben Abdallah, secondo sui l’aggressore avrebbe gridato “Britain first”)

“A tutti coloro – prosegue Serracchiani – che in ogni Paese membro dell’Unione europea credono nel valore di un cammino
comune, va l’appello a un maggiore impegno, personale e politico, a non perdere l’orientamento in un periodo difficile.
L’Italia è il Paese che più si è impegnato per un’Europa unita, che però deve necessariamente cambiare registro di marcia. Non
si può continuare soltanto a ragionare con il libro dei conti in mano, assillati dall’austerity e vincolati in modo quasi ineluttabile alle logiche dei sistemi finanziari. Occorre invece maggiore attenzione ai cittadini e al tema della crescita.
Bisogna crederci di più, auspicando che anche i britannici ci credano allo stesso modo, perché l’uscita del Regno Unito dalla
Ue sarebbe un fatto negativo per tutti gli europei. Noi, comunque, possiamo assicurare che nonostante tutto quello che
potrebbe accadere – conclude – terremo la testa alta e sapremo far fronte agli eventi, come abbiamo sempre fatto”. (ANSA).


ECCO  IL  LORO  FALSO  BUNISMO……….

da  ImolaOggi

Collaboratore della Serracchiani “islam religion di m…”

 

TRIESTE – «Possano crepare tutti gli adepti della peggiore fra le religioni di m.». È l’esplicita esternazione su Facebook di Carlo Diogo Cristos Fortuna, brevemente Carlo Fortuna, 43 anni. Lo scrive il gazzettino

Si tratta di un commento dopo la strage di Orlando. Ma è la professione dell’esternatore a segnare la differenza fra una volgarità discriminatoria e un incidente istituzionale: Fortuna è direttore del Servizio delle relazioni internazionali della Regione Friuli Venezia Giulia, alle dirette dipendenze della presidente Debora Serracchiani.


TUTTI  “BUONI”  QUANDO  CI  SONO  DI  MEZZO  TANTI  QUATTRINI……..!!!!!

da  ImolaOggi

 

A GORIZIA I CONTAINER DI MEDICI SENZA FRONTIERE CAMBIANO GESTIONE E DAL TITOLO GRATUITO PASSANO SOTTO CONVENZIONE CON I FAMOSI 35 EURO + IVA

 

Gorizia, business migranti: Medici senza Frontiere e Coop

 

ORETI: A GORIZIA I CONTAINER DI MEDICI SENZA FRONTIERE CAMBIANO GESTIONE E DAL TITOLO GRATUITO PASSANO SOTTO CONVENZIONE CON I FAMOSI 35 EURO + IVA PER MIGRANTE ECONOMICO

msfFinalmente è stato svelato l’arcano! Dopo l’accoglimento da parte dell’amministrazione comunale della domanda presentata dall’arcidiocesi per estendere la permanenza dei container di medici senza frontiere a Gorizia, le figure che tanto hanno a cuore la permanenza dei moduli abitativi per i migranti economici hanno annunciato agli organi di informazione che a fine mese MSF lascerà la gestione dei moduli a favore di una ben nota cooperativa pronta a stipulare la convenzione con la prefettura che come è noto comporta i “famosi” 35 euro + iva per ciascun migrante accolto.

Questo l’argomentare del capogruppo della lista civica “Per Gorizia” e segretario provinciale di Autonomia Responsabile, Fabrizio Oreti.

Appare lampante il quadro che si è venuto a delineare: Sfruttando l’attuale legge (che risulta essere inadeguata e/o non attinente al problema specifico visto che la richiesta per la permanenza dei container per i migranti economici è equiparata ad una normale concessione edilizia di routine) si è garantita la permanenza dei container in città, ed ora ottenuta questa certezza, guarda caso, subentra una cooperativa che attraverso i 35 euro + iva per migrante gestirà il nuovo centro di accoglienza.

Sia chiaro per la giunta regionale (che non ha mai applicato il piano di equa distribuzione dei profughi) e per la prefettura – evidenzia Oreti – che con questo nuovo scenario, Gorizia diventa a tutti gli effetti la città dell’accoglienza obbligata a tutti i costi, visto che considerati i posti disponibili la città difficilmente scenderà sotto quota 200 profughi (mentre dovrebbe accoglierne al massimo 70) alla luce delle troppe strutture di accoglienza presenti a Gorizia che non permetteranno di far scendere questo inaccettabile numero.

Mentre Regione e Governo sembra che abbiano deciso di far assuefare i cittadini di Gorizia a dover percepire quote extra di migranti economici,

Mi aspetto che il Sindaco, come primo cittadino, tiri le fila nella maggioranza per iniziative politiche forti perché – termina Oreti – preme pretendere rispetto per la città e per i cittadini che vengono ancora una volta penalizzati e beffati a discapito dei tantissimi comuni della provincia che non accolgono nessuno.

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: