Skip to content

LA CHIESA E’ SEMPRE STATA UNA GRANA PER IL POPOLO……!!!!!

maggio 30, 2016

13173916_236109893416316_273696742763743507_n

13260126_1604423686539106_1622295364355487051_n

 

da  ImolaOggi

 

Innanzitutto non si capisce per quale motivo l’Europa debba sentire quei morti sulla coscienza, piuttosto dovrebbe sentirli l’OIM, l’ente miliardario che “promuove” le migrazioni.
Poi vorremmo sapere sulla coscienza di chi sono tutti i cristiani, uccisi in quanto cristiani, AMMESSO CHE LA CHIESA ABBIA ANCORA UNA COSCIENZA

 

Migranti, mons. Perego: i morti chiedono all’Europa senza coscienza di agire

 

Perego I troppi morti in mare chiedono “all’Europa di ripensare un’azione forte”. Lo denuncia monsignor Giancarlo Perego, direttore di Migrantes, fondazione della Cei che si occupa di immigrati, profughi e rifugiati.

“Il punto – osserva all’Adnkronos – è che gli ultimi atti dell’Europa, i muri che continua ad innalzare vanno nella direzione di lasciare ad altri la responsabilità dell’accoglienza di tante famiglie in fuga. C’è stata una nuova strage di bambini, segnale che non ci sono solo uomini in fuga (in realtà i giovani maschi sono il 90% ed è inutile negarlo) ma intere famiglie che fuggono da guerre e disastri, ma sembra che l’Europa non senta sulla coscienza tutti questi morti”.

Non si capisce per quale motivo l’Europa debba sentire quei morti sulla coscienza, piuttosto dovrebbe sentirli l’OIM   Le migrazioni di massa e l’ente miliardario che le “promuove” (Oim)

In ogni caso, noi stiamo salvando aldulti che hanno lasciato affogare 50 bambini.

In ogni caso, don Perego non dice sulla coscienza di chi sono tutti i cristiani uccisi in quanto cristiani

Il direttore di Migrantes riflette anche sui dati dell’Alto commissariato Onu che segnalano che solo nell’ultima settimana nel nostro Paese ci sono stati oltre 13mila arrivi contro i 180 migranti approdati sulle isole greche. “Un dato – sottolinea mons. Perego – frutto non solo degli infausti esiti degli accordi Ue-Turchia ma anche dei muri che si stanno innalzando. I nazionalismi stanno facendo dell’Italia un Paese che rischierà di sopportare maggiormente l’accoglienza dei migranti”. Da qui la necessità “di piani di accoglienza. I corridoi umanitari – osserva il direttore dell’organismo della Cei in prima linea nell’aiuto di profughi e rifugiati – devono diventare prassi comune in maniera tale che si eviti quella che ormai è una tratta di esseri umani che va ad alimentare criminalità e terrorismo”. adnkronos

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: