Skip to content

CREDETE ANCORA A CERTA GENTE……????

maggio 30, 2016

safe_imagePADOAN

13227057_447632455407295_2880745930184731364_n

13245336_1213160748695653_4615912482332574474_n

da  ImolaOggi

 

Cucù, gli 80 euro non ci sono piu’: non era un bonus ma un pacco

 

Renzi-80euroBeffati dal bonus. E costretti a restituirlo. È accaduto a 1,4 milioni di italiani che nel 2015 hanno ricevuto lo sconto Irpef da 80 euro in busta paga e, poi, sono stati costretti a rinunciarvi perché guadagano troppo poco.. Un conto da oltre 750 milioni.

La restituzione è toccata a parecchie persone, circa uno su otto di chi lo aveva ricevuto.  Circa 798mila lavoratori lo hanno dovuto restituire integralmente in sede di dichiarazione. L’aspetto più antipatico della vicenda è che i contribuenti interessati, pur avendo percepito il bonus Renzi di 80 euro a rate durante l’anno precedente, devono restituire l’importo in un’unica soluzione.

Centinaia di euro in una botta sola. Di questi 341mila avevano un reddito sotto i 7.500 euro all’anno, scrive il Fatto. Un sacrificio, ma soprattutto una beffa. Il beneficio, infatti, spetta a quanti hanno un reddito compreso tra gli 8mila – la soglia di incapienza, sotto cui non si pagano le tasse – e i 26mila euro. La richiesta la presentano i datori di lavoro, che devono “determinare la spettanza del credito e il relativo importo sulla base dei dati reddituali a loro disposizione”, come dice la stessa Agenzia delle Entrate


13240577_1808643769347472_4252447066435927652_n

da  IL  GIORNALE.IT

 

Irpef, l’ultima farsa di Renzi: il Fisco si riprende gli 80 euro

Arriva il conguaglio fiscale: l’erario rivuole indietro in un’unica soluzione i bonus da 80 euro

Un contribuente su 8 dovrà restituire il bonus da 80 euro che è stato erogato dal governo in busta paga.

Una beffa tremenda che costringerà diversi lavoratori a restituire la cifra percepita mensilmente all’erario. Di fatto si tratta di quasi un milione e mezzo di italiani. Lo scorso anno hanno ricevuto il bonus, ma adesso dovranno restituirlo. I motivi sono due: una crescita del reddito annuale che ha varcato la soglia dei 26mila euro lordi, oppure un errore di calcolo da parte del Fisco. Sono circa 800 mila i dipendenti che dovranno aprire il portafoglio e restituire il bonus.

Altri 651 mila invece ne hanno restituito solo una parte. Come riporta il Giorno, da palazzo Chigi spiegano: “Questo è lo stesso meccanismo fiscale che si applica per tutte le deduzioni e detrazioni come quelle per figli a carico“. Inoltre, sottolineano, “c’è anche chi pensava di non averlo in quanto incapiente sotto gli 8mila euro, e invece ha raggiunto i requisiti per riceverlo“. A sollevare il caso e araccogliere le proteste di chi dovrà affrontare o ha già affrontato questo esborso è il vicepresidente della Camera, Simone Baldelli: “Vorrei che il governo rispondesse. Il dato è inquietante e misura del pressapochismo con il quale si muove Renzi“.

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: