Skip to content

DESTINATE L’ 8 PER MILLE A CHI FA REALMENTE DEL BENE !!!!

aprile 22, 2016

13043729_703463089795499_8885670954277865928_n

12987234_1298545846839879_3070216614949739150_n

13062379_529239053947741_3367908737609492939_n

13083247_1107244726014386_3694941561125037873_n

SE  IO  QUESTI  “DONI”  NON  LI  APPREZZO  E  NON  LI  GRADISCO,  PERCHE’  DEVO  ESSERE  OBBLIGATO  A  SOPPORTARLI  E  A  MANTENERLI……. PERCHE’  LO  DICI  TU  CHE  ARRICCHISCI  LA  CARITAS ????

Patrick di Majan

12990895_255237954820594_677345805496507317_n

 

da  CORRIERE  DELLA  SERA

Milano, 19 aprile 2016 – 12:03

Il Papa chiede perdono ai migranti:
voi siete un dono, non un problema

Francesco è intervenuto sull’emergenza rifugiati inviando un accorato messaggio in occasione della presentazione del Rapporto annuale del Centro Astalli sui richiedenti asilo

di Redazione Roma

e1f07d1d13c659833380c7b8efd97c8c-kvV-U431709140773230mE-593x443@Corriere-Web-Roma

«I migranti sono un dono, non un problema»: è questo uno dei passaggi più toccanti del videomessaggio di Papa Francesco, diffuso oggi in concomitanza con la presentazione, a Roma, del Rapporto annuale 2016 del Centro Astalli sulle condizioni dei richiedenti asilo e rifugiati seguiti dalla struttura dei Gesuiti.

«Perdonate la nostra chiusura»

Il Pontefice ha colto l’occasione per lanciare un appello a vincere «la chiusura» e «l’indifferenza» verso gli immigrati. E lo ha fatto partendo dalle parole di Gesù «ero forestiero e mi avete accolto». Papa Francesco, dopo aver ringraziato la struttura dei Gesuiti per l’impegno in favore dei profughi e dei rifugiati, ha voluto ricordare che chi fugge dalla guerra «è un fratello con cui dividere il pane, la casa, la vita». E poi rivolto direttamente ai migranti: «Ognuno di voi, rifugiati che bussate alle nostre porte ha il volto di Dio, è carne di Cristo. La vostra esperienza di dolore e di speranza ci ricorda che siamo tutti stranieri e pellegrini su questa Terra, accolti da qualcuno con generosità e senza alcun merito». E ancora: «Ognuno di voi può essere un ponte che unisce popoli lontani, che rende possibile l’incontro tra culture e religioni diverse, una via per riscoprire la nostra comune umanità: troppe volte non vi abbiamo accolto! Perdonate la chiusura e l’indifferenza delle nostre società che temono il cambiamento di vita e di mentalità che la vostra presenza richiede. Trattati come un peso, un problema, un costo, siete invece un dono. Siete la testimonianza di come il nostro Dio clemente e misericordioso sa trasformare il male e l’ingiustizia di cui soffrite in un bene per tutti».

Il ringraziamento ai volontari

Il Centro Astalli, ha poi affermato il Papa, «è esempio concreto e quotidiano di questa accoglienza nata dalla visione profetica del padre Pedro Arrupe». E ha incoraggiato i volontari a proseguire un percorso «che si fa sempre più necessario, unica via per una convivenza riconciliata. Siate sempre testimoni della bellezza dell’incontro. Aiutate la nostra società ad ascoltare la voce dei rifugiati. Continuate a camminare con coraggio al loro fianco, accompagnateli e fatevi anche guidare da loro: i rifugiati conoscono le vie che portano alla pace perché conoscono l’odore acre della guerra».

Salvini: incentivo all’immigrazione clandestina

Le parole e le scelte del Papa non piacciono, è noto, a Matteo Salvini. Che a «La zanzara», su Radio 24, dice: «Con questi gesti incentiva l’immigrazione clandestina, su questo non c’è dubbio». Il riferimento è ai 12 profughi che Francesco ha condotto con sé a Roma da Lesbo. «A gesti del genere – sostiene il leader della Lega – possono seguire altre centinaia di migliaia di arrivi».

 

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: