Skip to content

MALEDETTI COMUNISTI DELINQUENTI…… E I NEGRI IN ALBERGO A SPESE NOSTRE !!!!

18 aprile 2016

da  IL  GIORNALE.IT

 

Treviso, “Dopo 32 anni di lavoro e tasse vivo in strada e senza pensione”

Anni e anni di contributi. Ma ora è vive in strada solo con una pensione di invalidità che non gli permette certo di affrontare la vita di tutti i giorni. Per la pensiona Inps è troppo giovane, ma per 32 anni ha versato le tasse puntualmente

Una vita tra i grandi cantieri del mondo, sempre pagando i contribuiti.

Ma AdrianoMontellato ora è costretto a vivere in strada, perché ritenuto troppo giovane per ricevere la pensione.

Aveva un lavoro come operaio a contratto per la Permasteelisa, multinazionale delle costruzioni, poi però una grave malattia gli ha portato via tutto. Ma Adriano Montellato era certo di essersi guadagnato un futuro tranquillo con quei 32 anni di contributi versati allo Stato. E invece non è andata come sperava. Non è più riuscito a lavorare, la malattia lo ha straziato. E gli ha portato via ogni cosa.

Ora si ritrova in strada, senza una famiglia. Per un paio d’anni, come raccontato su Il Gazzettino, ha vissuto si una panchina della stazione dei treni di Treviso. Ora è riuscito a trovare una sistemazione a palazzo Moretti. In tasca solo una piccola pensione di invalidità che ovviamente non gli consente di affrontare la vita di tutti i giorni. Eppure Montellato, visti i numerosi contributi pagati dovrebbe avere una pensione vera e propria. E invece no, nemmeno un euro. È ancora troppo giovane per ricevere l’assegno dell’Inps. Ma il 50enne ci spera e racconta: “Mi hanno detto che forse tra un po’ mi danno qualcosa mi auguro che la situazione possa sbloccarsi presto“.

——————————————————————–

da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

 

Baobab 2.0

18/04/2016 07:39

Guai chi tocca i migranti per Pd e Sel

La questura di Roma ha sgomberato una quarantina di persone che avevano occupato uno stabile per trasformarlo in un centro di accoglienza

Guai chi tocca i migranti per Pd e Sel

 

Il Pd e Sel-Sinistra italiana si scagliano contro la questura di Roma, rea di aver impedito la rinascita del Baobab. Il centro di accoglienza, coinvolto anche in Mafia Capitale, è stato chiuso definitivamente un paio di mesi fa. C’è chi però voleva crearne un altro: infatti, ieri mattina, una quarantina di persone hanno occupato lo stabile dell’ex Ittiogenico, un’area per lo studio dell’ambiente marino ora in abbandono, nei pressi della stazione Tiburtina.
Gli animatori volevano dar vita al “Baobab 2” per accogliere i migranti dopo la chiusura del centro di via Cupa, luogo simbolo dell’accoglienza profughi a Roma.
Un’occupazione durata un paio di ore. Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti poco dopo sgomberando lo stabile malgrado la residenza opposta dagli occupanti, 15 dei quali sono stati fermati e accompagnati in commissariato per l’identificazione.
A gridare allo scandalo è stato l’ex capogruppo di Sel, Gianluca Peciola, che ha parlato di “una brutta pagina per Roma”.
“L’uso della forza contro chi opera per i diritti dei migranti è un atto gravissimo. Roma deve essere città dell’accoglienza in un momento in cui nel mondo migliaia di persone fuggono da guerre e persecuzioni”, ha scritto l’esponente di Sel presente sul posto, che aveva presentato così il Baobab 2.0: “A Roma rinasce lo spazio della civiltà e il volto migliore dell’Europa. Torna a essere un punto di riferimento stabile per chi fugge da guerre e violenze indescrivibili”.
Il candidato a sindaco del Pd Roberto Giachetti, invece, ha definito lo sgombero come “un’immagine che stride con quella straordinaria che arriva da Lesbo”.
Un plauso ai poliziotti è invece giunto da Matteo Salvini (Lega Nord).
“Tolleranza zero contro qualsiasi occupazione abusiva: bene lo sgombero immediato dello stabile dietro la stazione Tiburtina che 40 “asociali” hanno tentato di trasformare in un centro d’accoglienza illegale per clandestini”, ha scandito Salvini, che ha ribadito: “Basta! Altro che Baobab 2, Roma ha bisogno di una bella ripulita”.

 

Pd e Sel-Sinistra italiana si scagliano contro la questura di Roma, rea di aver impedito la rinascita del Baobab. Il centro di accoglienza, coinvolto anche in Mafia Capitale, è stato chiuso definitivamente un paio di mesi fa. C’è chi però voleva crearne un altro: infatti, ieri mattina, una quarantina di persone hanno occupato lo stabile dell’ex Ittiogenico, un’area per lo studio dell’ambiente marino ora in abbandono, nei pressi della stazione Tiburtina.

Gli animatori volevano dar vita al “Baobab 2” per accogliere i migranti dopo la chiusura del centro di via Cupa, luogo simbolo dell’accoglienza profughi a Roma.

Un’occupazione durata un paio di ore. Gli agenti della Polizia di Stato sono intervenuti poco dopo sgomberando lo stabile malgrado la residenza opposta dagli occupanti, 15 dei quali sono stati fermati e accompagnati in commissariato per l’identificazione.

Gli attivisti del Baobab si sono detti “stupiti dalla velocita” e dall’intransigenza dell’intervento da parte della forza pubblica”.

A gridare allo scandalo è stato l’ex capogruppo di Sel, Gianluca Peciola, che ha parlato di “una brutta pagina per Roma”.

“L’uso della forza contro chi opera per i diritti dei migranti è un atto gravissimo. Roma deve essere città dell’accoglienza in un momento in cui nel mondo migliaia di persone fuggono da guerre e persecuzioni”, ha scritto l’esponente di Sel presente sul posto, che aveva presentato così il Baobab 2.0: “A Roma rinasce lo spazio della civiltà e il volto migliore dell’Europa. Torna a essere un punto di riferimento stabile per chi fugge da guerre e violenze indescrivibili”.

Il candidato a sindaco del Pd Roberto Giachetti, invece, ha definito lo sgombero come “un’immagine che stride con quella straordinaria che arriva da Lesbo”.

Un plauso ai poliziotti è invece giunto da Matteo Salvini (Lega Nord).

“Tolleranza zero contro qualsiasi occupazione abusiva: bene lo sgombero immediato dello stabile dietro la stazione Tiburtina che 40 “asociali” hanno tentato di trasformare in un centro d’accoglienza illegale per clandestini”, ha scandito Salvini, che ha ribadito: “Basta! Altro che Baobab 2, Roma ha bisogno di una bella ripulita”.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: