Skip to content

QUESTI SONO I “SUCCESSI” DEL CAZZARO FIORENTINO……AHAHAHAHAH !!!!

aprile 15, 2016

da  ImolaOggi

 

EXPO Spa non paga 2 milioni di euro, fallisce la Tecnochem

 

Fallita a causa di un mancato pagamento di una commessa con Expo spa del valore di 2 milioni di euro. È stata questa la sorte toccata a Tecnochem, un’ azienda bergamasca fondata nel 1977 e specializzata nello sviluppo di tecnologie e soluzioni per l’ edilizia attraverso componenti chimiche. Il fallimento dell’ azienda è stato annunciato lo scorso 6 aprile.

expo-sala-renzi

L’ azienda, che oggi si trova in liquidazione, è solo uno dei tanti pezzi del mosaico di realtà imprenditoriali – player internazionali ma anche imprese a dimensione familiare – che hanno contribuito all’ apertura e al successo di Expo 2015 e che oggi pagano le conseguenze della mancanza di fondi all’ interno delle casse della società al termine della kermesse.

La Tecnochem, a Barzana, impiegava, fino al dicembre 2015, sessantacinque persone. Dopo una prima fase di tagli, l’ addio a dieci lavoratori, nel gennaio 2016 si è dovuti ricorrere alla cassa integrazione per far fronte a spese sempre più alte che non riuscivano a essere coperte in alcun modo dai vertici della società.

La situazione dell’ azienda, va detto, era già complicata (alla Tecnochem i lavoratori non ricevono lo stipendio dall’ agosto scorso) ma la commessa di Expo,dal valore di 2 milioni di euro, invece di rappresentare una boccata d’ ossigeno vitale è stata la mazzata finale.

Il contratto, nello specifico, è stato stipulato con Pontexpo, il consorzio con sede a Reggio Emilia nel palazzo di Unieco, che ha realizzato il ponte sopra la A4, una delle principali opere viabilistiche dell’ Esposizione, andato in sofferenza a causa della crisi e di alcuni soci finiti in concordato.

Tecnochem ha partecipato alla costruzione della galleria sottoquota, della lunghezza di circa un chilometro, a Cascina Merlata. L’ azienda si è impegnata a fornire non solo i materiali, ma anche la manodopera e ha provveduto a realizzare, nello specifico, i primi 300 metri della galleria.

Un’ azienda nota, la Tecnochem, rispettata anche fuori dall’ Italia, e che negli anni ha portato a termine traguardi importanti partecipando alla realizzazione della M5 a Milano, dell’ autostrada del Brennero e degli aeroporti di Zurigo, Milano e Roma oltre che alla costruzione di ponti in Croazia.

I ritardi nei pagamenti da parte di Expo spa hanno tuttavia dato la spallata, con l’epilogo drammatico dei libri in tribunale portati la scorsa settimana. «Nonostante le richieste di pignoramento contro terzi ottenute senza fatica dai nostri avvocati» – spiegano dall’ azienda – «ci siamo ritrovati davanti a scatole vuote».

Marianna Baroli per “Libero Quotidiano

La Stratex dichiarata fallita, vinse appalti all’Expo 2015

—————————————————————————————

da  SECOLO  D’ ITALIA

 

I Comuni di sinistra sono i più indebitati d’Italia. Ecco la classifica

I Comuni di sinistra sono i più indebitati d’Italia. Ecco la classifica

 

La sorprendente classifica dei Comuni più indebitati d’Italia stilata dal Sole 24 Ore  fotografa cifre da capogiro e scopre il bluff dei presunti sindaci virtuosi che nelle ultime settimane si sono scagliati con vigore sospetto contro la contro la Legge di Stabilità targata Renzi che chiede sacrifici alle amministrazioni.  In pole position per debito pro capite (3519,7 euro)  e un debito complessivo che supera i tremila e 200 milioni di euro è la città di Torino governata dal democrat Sergio Chiamparino che ha preso il testimone di Piero Fassino, che da presidente dell’Anci è il primo a battere cassa guidando la rivolta contro la manovra e minacciando al governo lo spettro del dissesto finanziario.

Nella top ten i Comuni guidati dal centrosinistra

Si distinguono nella male gestione dei soldi della collettività i maggiori capoluoghi guidati dal centrosinistra. Nella top ten al secondo posto si trova la Milano di Giuliano Pisapia (con un debito pro capite di 3036,1 euro ), a seguire  Siena (2457, 3) e Genova (2172). Non scherza neanche Napoli, culla del presunto rinascimento firmato De Magistris, che conta un debito pro capite di 1649 euro a fronte di un indebitamento complessivo di quasi 1600 milioni di euro. Non va meglio con Roma che “vanta” un debito complessivo di Roma 1.149 euro. Risultato: i primi cittadini piangono miseria, chiedono al governo centrale di rimpinguare le casse e nel frattempo, invece di razionalizzazioni spese e sprechi, sfoderano la consueta ricetta che ricade esclusivamente sulle tasche dei cittadini con un trend esponenziale di aumenti di tasse comunali e tariffe delle municipalizzate, a partire dai i trasporti pubblici, e il calo costante dei servizi pubblici.

Ecco la classifica dei primi venti Comuni più indebitati

1) Torino: Indebitamento 3.200.108.563 – Indebitamento pro capite 3519,7

2) Milano: Indebitamento 3.931.174.371 – Indebitamento pro capite 3036,1

3) Siena: Indebitamento 132.858.337 – Indebitamento pro capite 2457,3

4) Genova: Indebitamento 1.328.653.694 – Indebitamento pro capite 2172,6

5) Chieti: Indebitamento 96.528.137  – Indebitamento pro capite 1764,8

6) Catania: Indebitamento 522.348.206 – Indebitamento pro capite 1759,8

7) Potenza: Indebitamento 119.745.057 – Indebitamento pro capite 1746,3

8) Caserta: Indebitamento 131.495.353 – Indebitamento pro capite 1665,3

9) Napoli: Indebitamento 1.589.513.828 – Indebitamento pro capite 1649,7

10) Massa: Indebitamento 115.421.591 – Indebitamento pro capite 1634,5

11) Reggio Calabria: Indebitamento 301.831.453 – Indebitamento pro capite 1624,0

12) Pordenone: Indebitamento 82.187.839  – Indebitamento pro capite 1606,6

13) Alessandria: Indebitamento 148.666.828 – Indebitamento pro capite 1587,8

14) Udine: Indebitamento 154.139.915  – Indebitamento pro capite 1555,9

15) Verona: Indebitamento 409.416.639  – Indebitamento pro capite 1546,8

16) Savona: Indebitamento 96.343.450 – Indebitamento pro capite 1543,1

17) Ancona: Indebitamento 153.789.084 – Indebitamento pro capite 1507,0

18) Biella: Indebitamento 68.087.418 – Indebitamento pro capite 1490,1

19) Benevento: Indebitamento 93.236.531 – Indebitamento pro capite 1484,6

20) Lecce: Indebitamento 137.087.065 – Indebitamento pro capite 1447,7

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: