Skip to content

ECCO PERCHE’ I PRETI E I COMUNISTI “AMANO” TANTO QUEI STRACCIONI…….!!!!!

9 aprile 2016

12439107_1100277843327739_3101135284941614647_n

12931053_1171240886220985_6175721738468218203_n

da  ImolaOggi

 

Eppure qualche ebete crede ancora che Bergoglio vada a Lesbo “per una visita ai (finti) profughi”…

 

Milano: 61 milioni di euro spartiti fra 5 enti, 24 milioni alla Carita$

 

Milano capitale del terzo settore. Sentita e risentita in questi anni. Ci sono decine di associazioni, enti, fondazioni attive in città.

immigrati-caritasCome scrive Chiara Campo sul Giornale, dal 2011 al 2015 la giunta Pisapia ha diviso oltre 61 milioni di euro di fondi pubblici (comunali o dello Stato) destinati alla gestione dell’emergenza profughi solo tra cinque associazioni. La parte maggiore è andata a Farsi Prossimo, promossa dalla Caritas (24,5 milioni alla cooperativa e 11,7 al consorzio). Oltre 18,5 milioni alla fondazione Progetto Arca, circa 4,7 alla Casa della Carità di don Virginio Colmegna (il suo braccio destro Maria Grazia Guida è stata anche vicesindaco nei primi due anni di mandato), 631.876 euro all’associazione Sviluppo e Promozione. Una quota minore ai City Angels (64mila euro) e altri 916.235 euro del Servizio politiche immigrazione divisi tra Fondazione fratelli di San Francesco, Fondazione Don Gnocchi e ancora City Angels.

Sono fondi per l’accoglienza distribuiti quasi sempre senza bando pubblico ma con la formula della procedura negoziata, in pratica con assegnazione diretta.

maiorino«Pensare che nella capitale del terzo settore tutti i fondi dell’accoglienza profughi vengano spartiti tra 4 o 5 enti mi pare estremamente riduttivo» contesta il capolista Fdi Riccardo De Corato, ex vicesindaco che parla addirittura di «profugopoli». E ricorda i rilievi sollevati già nel marzo 2015 dal presidente dell’Anac Raffaele Cantone su un eccessivo ricorso all’assegnazione senza gara, non solo da parte dell’assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino ma anche dal settore Verde, Arredo Urbano, Cultura. Mesi dopo prese atto dei chiarimenti forniti dal sindaco e «assolse» il Comune, ma dopo le diffide e l’esplosione dello scandalo «Mafia Capitale» (guarda caso) Majorino decise frenare gli affidamenti diretti. Quasi a fine mandato.

Non sono le uniche anomalie denunciate ieri da De Corato. Intanto, ci sono i 15 milioni di contributi assegnati durante il 2015 a 1.678 associazioni (dalla capoeira all’«Accademia degli scacchi» al Centro iniziativa gay) che «in tempi di crisi potevano almeno essere dimezzati».

————————————————————————–

Migranti, il CARA di Mineo è uno scandalo da 50 milioni di euro all’anno

 

 

Un tempo villette per i militari americani di stanza a Sigonella, poi crocevia di interessi politici e malavitosi, in cui il sospetto di appalti guidati e assunzioni telecomandate si intreccia con quello di compravendita di voti e speculazione sulla pelle dei disperati. Insiders vi porta questa settimana dietro le quinte del CARA di Mineo, il centro d’accoglienza per richiedenti asilo in provincia di Catania, da mesi al centro di un mastodontico scandalo, che sempre più sembra delineare un ormai diffuso “business dei migranti”.

Le carte della Procura di Caltagirone suggeriscono che se i tempi si sono allungati è anche a causa del business da capogiro: 35 euro al giorno di indennità statali per ogni richiedente asilo che, moltiplicati per la capienza massima di 4.000 persone, fanno quasi 50 milioni all’anno. Le cifre non sembrano corrispondere con le condizioni denunciate dagli ospiti del centro.

In una dettagliata audizione alla “Commissione parlamentare d’inchiesta sul sistema di accoglienza e identificazione dei migranti nei centri d’accoglienza”, già lo scorso marzo il Procuratore capo di
Caltagirone, Giuseppe Verzera, aveva illustrato nel dettaglio le ombre sul processo di assegnazione dell’appalto per la gestione del CARA di Mineo, da parte della commissione giudicante in cui tra gli altri siedeva anche Luca Odevaine.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: