Skip to content

E L’ AMBASCIATORE IN INDIA…….?????

aprile 9, 2016

PROBABILMENTE  E’  PERCHE’  I  MARO’  SI  SAPEVA  COSA  STAVANO  REALMENTE  FACENDO (IL  LORO  DOVERE)  A  DIFFERENZA  DELLO  “STUDENTE”  FRIULANO……..!!!!!

Patrick di Majan

 

da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

Attualità

09/04/2016 09:05

Marò, ennesima vergogna indiana

Il 13 aprile fissata un’udienza sul caso dalla Corte Suprema, ma New Delhi non ha alcuna giurisdizione

Marò, ennesima vergogna indiana

Seduta dagli effetti completamente nulli visto che il tribunale del mare ha stabilito che sarà esclusivamente compito dell’Aja giudicare nel merito – Presto la sentenza che deciderà le sorti di Girone

 

Ancora qualche settimana e il tribunale arbitrale internazionale dell’Aja sarà chiamato finalmente a decidere sulla sorte di Salvatore Girone, da oltre quattro anni in ostaggio in India all’interno dell’ambasciata italiana senza ancora un capo di imputazione sulla sua testa. Solo pochi giorni (quattro per l’esattezza) e a New Delhi la Corte Suprema tornerà a occuparsi della vicenda dei nostri Marò senza alcun titolo. Per mercoledì prossimo è fissata infatti un’udienza, calendarizzata lo scorso 13 gennaio, quando stava per scadere la proroga di una licenza concessa a Massimiliano Latorre per fini medici. In quella seduta i tre giudici della Corte chiesero al governo indiano di presentare entro il 13 aprile una memoria contenente la sua posizione rispetto all’arbitrato internazionale ed ai limiti che esso pone all’azione della Corte Suprema stessa. E, provvisoriamente, il rientro probabile del militare in India fu prorogato al 30 aprile.

Una seduta dagli effetti completamenti nulli. Visto che il tribunale internazionale del mare di Amburgo, lo scorso agosto, attraverso una sentenza che divise i 21 giudici, ha stabilito che Italia e India dovessero sospendere ogni procedura sul caso e astenersi dal presentarne altre. Mettendo nero su bianco che sarà esclusivamente compito dell’Aja “giudicare nel merito del caso”.

Per tutti questi motivi New Delhi ha già infranto le regole. Visto che l’udienza non sarebbe nemmeno dovuta essere fissata. Eppure la Corte Suprema sembra voler fare di testa sua. Intende chiedere un parere al governo Modi sulla vicenda magari mettendo in atto l’ennesima vergogna provando a prendere posizione su Latorre.

Difficile aspettarsi colpi di scena perché così facendo l’India commetterebbe un vero e proprio autogol mettendo ancor più in discussione il dispositivo che chiarirà una volta per tutte quale sarà il destino di Girone. Che dovrebbe tornare – il condizionale è d’obbligo – in Italia almeno fino alla fine della disputa giudiziaria che potrebbe arrivare non prima dell’estate 2018. Compromettere, con mosse azzardate, un risultato davvero incerto non sembra essere l’intenzione dell’esecutivo di New Delhi guidato dal premier indù Narenda Modi. Che ancor prima di essere eletto presidente del Consiglio già invocava la testa dei nostri Fucilieri, chiamati in causa per la morte di due pescatori locali, scambiati per pirati, il 15 febbraio 2012 al largo delle coste del Kerala.

L’India non ha alcun diritto sul caso tantomeno la giurisdizione. Con l’udienza che non dovrebbe dunque nemmeno celebrarsi.

M.Z.

—————————————————————

da  Messaggero  Veneto   08 aprile 2016

Regeni, Gentiloni richiama l’ambasciatore al Cairo: crisi diplomatica fra Italia e Egitto

Renzi: decisione formale dopo l’esito del summit fra magistrati. Fallito il vertice fra inquirenti italiani ed egiziani a Roma: la collaborazione fra le autorità giudiziarie dei due Paesi può considerarsi di fatto conclusa .

ROMA. «Il ministro degli Affari esteri, Paolo Gentiloni, ha disposto il richiamo a Roma per consultazioni dell’Ambasciatore al Cairo .

Maurizio Massari. La decisione fa seguito agli sviluppi delle indagini sul caso Regeni e in particolare alle riunioni svoltesi a Roma, in questi giorni, tra i team investigativi italiano ed egiziano».

Così la Farnesina in una nota. «In base a tali sviluppi – prosegue il Ministero – si rende necessaria una valutazione urgente delle iniziative più opportune per rilanciare l’impegno volto ad accertare la verità sul barbaro omicidio di Giulio Regeni».

La notizia è stata ripresa dal presidente del Consiglio, Matteo Renzi: dopo l’esito degli incontri fra magistrati a Roma – ha detto il premier – l’Italia ha deciso formalmente di richiamare per consultazioni l’ambasciatore.

Il vertice tra italiani ed egiziani sul caso Regeni si è, così, sostanzialmente risolto in un fallimento ed ora la collaborazione tra le autorità giudiziarie dei due paesi può considerarsi di fatto interrotta.

Delusi inquirenti ed investigatori che non hanno ottenuto quanto richiesto agli omologhi egiziani.

«Sono stati consegnati alle autorità italiane – è detto nel comunicato – i tabulati telefonici delle utenze egiziane in uso a due amici italiani di Giulio Regeni presenti a Il Cairo nel gennaio scorso, la relazione di sopralluogo, con allegate foto del ritrovamento del corpo di Giulio Regeni, una nota ove si riferisce che gli organizzatori della riunione sindacale tenuta a Il Cairo l’11 dicembre 2015, cui ha partecipato Giulio Regeni, hanno comunicato che non sono state effettuate registrazioni video ufficiali dell’incontro».

Tutti elementi che la Procura non ha giudicato sufficienti.

«I magistrati della Procura Generale egiziana hanno riferito le circostanze attraverso le quali sono stati rinvenuti i documenti di Regeni e che solo al termine delle indagini sarà possibile stabilire il ruolo che la banda criminale, coinvolta nei fatti del 24 marzo 2016, abbia avuto nella morte del ragazzo».

È quanto si legge in un comunicato. «Ma la Procura di Roma ha ribadito il convincimento che non vi sono elementi del coinvolgimento diretto della banda criminale nelle torture e nella morte di Giulio Regeni», precisa la nota .

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: