Skip to content

FINCHE’ SARA’ GOVERNATA DA PAGLIACCI E DISONESTI, L’ ITALIA SARA’ SEMPRE PIU’ NELLA MISERIA !!!!

aprile 7, 2016

12963631_1004849769563240_1161002218508566366_n

E’  IL  TERZO  “SUCCHIASANGUE”  NON  ELETTO  DAL  POPOLO……… COSA  DOBBIAMO  SOPPORTARE  ANCORA ????

12798982_603750803109868_1229268291050100513_n

12963456_126431767755675_2241855679017305705_n

da  IL  GIORNALE.IT

 

Arroganza sprezzante da padrone del Paese

Il Paese è alla deriva. L’economia non riparte, il governo pare un comitato d’affari impegnato ad arricchire ministri e loro familiari, la disoccupazione è agli stessi livelli cui Renzi l’ha trovata; in Europa, conta come il due di picche e nel mondo è a rimorchio degli Stati Uniti

Non siamo più nel campo delle decisioni che ci si aspetta da un governo democratico che governi; siamo ben oltre, nella sfera della personalizzazione del potere e nell’arroganza personale che poco si addicono al presidente del Consiglio di una democrazia rappresentativa. L’avevo detto che se Renzi avesse le capacità politiche e di manipolazione che Mussolini aveva mostrato nel 1922, e le circostanze internazionali gli fossero favorevoli, saremmo già al regime… E i fatti mi stanno, purtroppo, dando ragione. Anche chi non è apertamente contrario a questo andazzo, se ne sta rincattucciato nel proprio angolo guardandosi bene dall’aprire bocca… Un Paese senza opposizione, senza, salvo eccezioni, una voce che parli senza timori dei pericoli che comporta e un sistema informativo libero e aperto, è destinato alla rovina.

Dopo aver messo a tacere la stampa, minacciando di chiedere la testa dei direttori che non allineano i loro giornali, e aver occupato la Rai, il presidente del Consiglio non nasconde palesemente di sentirsi, e di comportarsi, come padrone del Paese. Non è stato eletto, ha avuto, finora, il tacito sostegno della maggioranza degli italiani, delusi dai governi precedenti; si avvia a vincere il referendum sulle (poche) cose che ha fatto, tutte nella prospettiva di trarne personali vantaggi elettorali. Perché non dovrebbe esserne soddisfatto? Se mai, se c’è qualcuno che non dovrebbe esserlo sono gli italiani, data l’aria che tira e che contavano su di lui come rottamatore di una tradizione di compromissione governativa, ma che constatano che poco o nulla è cambiato. Si sta facendo passare per decisionismo – anche grazie alla complicità di una parte del sistema informativo – la paralisi del governo non solo nei confronti dell’opposizione di centrodestra che, per parte sua, pare paralizzato, ma anche dell’opposizione interna alla stessa maggioranza. Ci toccherà rimpiangere Bersani e i suoi, anche se parte della responsabilità della situazione in cui ci troviamo è loro e del presidente della Repubblica che appartiene allo stesso Pd.

Il Paese è alla deriva. L’economia non riparte, il governo pare un comitato d’affari impegnato ad arricchire ministri e loro familiari, la disoccupazione è agli stessi livelli cui Renzi l’ha trovata; in Europa, conta come il due di picche e nel mondo è a rimorchio degli Stati Uniti. Come andrà a finire? Se non provvederanno gli elettori alle prossime votazioni, che il buon Dio ci assista!

piero.ostellino@ilgiornale.it

From → Uncategorized

Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: