Skip to content

COSA CI SI PUO’ ASPETTARE DA UN ARTERIOSCLEROTICO E DA UNA COZZA TRONFIA DI SE STESSA ????

13 marzo 2016

1545927_10207316052356721_489898739860994369_n

12804627_10205927563968832_5577636225633718448_n

da  IL  GIORNALE  D’ ITALIA

 

l’editoriale della domenica di Roberto Buonasorte

13/03/2016 06:00

V(U)OTI A PERDERE

Lo spettacolo indecente che i presunti leader del centrodestra stanno offrendo, allontanano ogni giorni di più gli elettori

V(U)OTI A PERDERE
Tra selfie gazebarie e continue furbate stanno seppellendo un’area che un tempo rappresentava milioni di cittadini

Scendete dal palco, il pubblico è già uscito.

È un’immagine triste quella che il centrodestra made in Arcore sta dando di sé, partendo da Roma, che poi inevitabilmente si propaga in tutta la penisola, almeno stando ai sondaggi che vedono la coalizione in caduta libera .

D’altra parte, se nelle nostre manifestazioni, due in un mese, si è registrato un entusiasmo popolare intorno alla candidatura pulita e coerente di Francesco Storace, un motivo ci sarà.

La storia è nota, i guai li hanno provocati tutti da soli.

Chi pretendeva le primarie si è adeguata in cinque minuti al volere di Berlusconi stipulando un patto-immortalato in un fantastico selfie diffuso su facebook con tanto di commento.

E mentre l’unica candidatura di destra rimasta in campo riscuote incoraggiamenti crescenti dai diversi settori della società, tra Salvini Meloni e Berlusconi siamo allo scontro finale.

Salvini punta ad uscire dal vicolo cieco rappresentato da Bertolaso, Berlusconi – anche attraverso le gazebarie più pazze del mondo – si sta ricoprendo di ridicolo.

Meloni avrebbe ancora una via d’uscita, basterebbe che convocasse una conferenza stampa ed invitasse chiunque si riconosce nel campo avverso alla sinistra a competere lealmente, attraverso vere primarie, per far scegliere ai cittadini romani il candidato unico del centrodestra.

Se così non sarà, ognuno potrà liberamente decidere la strada da percorrere.

Per quanto ci riguarda l’orizzonte è ben chiaro, siccome non si è presa una sola iniziativa seria per ricostruire la casa comune della destra italiana, saremo costretti a lanciare la proposta, proporre un approdo sicuro, offrire ospitalità a tutti senza veti né  ripicche.

Ad Arezzo, i prossimi nove e dieci aprile, terremo una grande costituente, aperta a tutti per far ripartire, dai territori, una destra inclusiva e solidale, autonoma da Palazzo Grazioli e coerente con i suoi principi fondativi.

Vi parteciperanno dirigenti e militanti de La Destra, quelli di Azione Nazionale, ma soprattutto le tante persone che dopo la conclusione dell’esperienza di An non hanno più riferimenti.

Vogliamo contribuire alla ricostruzione di un’area vasta, di un centrodestra nuovo e libero dai condizionamenti di Berlusconi o dalle illusioni di chi, pur non avendone i numeri in termini di consenso, pensa di essere sufficiente solitariamente a rappresentare un mondo ampio ed antico.

No, nulla sarà più come prima dopo questa tornata elettorale di giugno e chi pensava di poter furbescamente delimitare in modo restrittivo il perimetro di un’area culturale e politica, ha fatto male i conti, e oggi ne paga le conseguenze in termini di crisi della coalizione e perdita di consensi.

La foto del palco di Bologna sembra essere stata scattata dieci anni fa, il selfie di Meloni e Bertolaso in un’altra epoca, i gazebo di Berlusconi non meritano neppure un commento.

Noi andremo avanti sulla nostra strada, battiamo i territori metro su metro con particolare attenzione alle fasce più deboli e ai territori di periferia; ogni giorno tocchiamo con mano storie di disperazione, poi a sera tarda, quando si torna a casa e si accende il televisore, assistiamo alla sceneggiata dei tre presunti leader del centrodestra che si accapigliano offrendo uno spettacolo davvero raccapricciante, e allora si capisce perché tanta gente ci incoraggia ad andare avanti.

Roberto Buonasorte

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: