Skip to content

RICORDIAMOCI DI RINGRAZIARE ROMANO PRODI E I SUOI SOSTENITORI……..!!!!!

marzo 12, 2016

<CON  L’ EURO  LAVOREREMO  UN  GIORNO  DI  MENO  E  SARA’  COME  SE  AVESSIMO  LAVORATO  UN  GIORNO  IN  PIU’>………….. QUESTE  PAROLE  LE  HO  SENTITE  CON  LE  MIE  ORECCHIE  USCIRE  DALLA  BOCCA  DI  ROMANO  PRODI !!!!

PER  FORTUNA  CHE  E’  UN  PROFESSORE……… NON  RIESCO  AD  IMMAGINARE  I  DANNI  CHE  AVREBBE  POTUTO  CREARE  SE  NON  FOSSE  TALE……!!!!!

Patrick di Majan

 

da  IL  GIORNALE.IT

 

Morire di euro: così la moneta unica ha ucciso l’Italia

La moneta unica ha impoverito anche le regioni più ricche d’Italia, ora finite in fondo alla classifica delle aree più ricche del Continente

Ce lo aspettavamo, gli imprenditori lo avevano annunciato. Ma non gli hanno dato retta. La classifica regionale del pil pro-capite, pubblicata dall’Eurostat con i dati riferiti al 2014 , dice chiaramente che tra le 30 regioni europee più ricche d’Europa non ci sono territori italiani. E c’erano, prima della crisi e dell’Euro: ben 5. Ora, invece, al massimo riusciamo a tenere qualche posizione in classifica tra le prime 100.

Anche per Renzi e tutti i governi da Letta in poi, le notizie non sono positive. Dal 2011 le politiche economiche di Palazzo Chigi hanno impoverito il tessuto economico nazionale. Siamo sempre cresciuti meno degli altri Paesi, anche l’anno scorso, quando Renzi ha ben pensato di vantarsi di un debole segno +.

Per farsi un’idea del disastro creato dall’ultima crisi economica, bisogna guardare ai confronti fra regioni italiane ed europee. Chi vive al Sud, ha un tenore di vita e un Pil pro-capite simile a quello di chi vive in Romania e Polonia. Peggio dei campani, per dire, solo Ungheria e Bulgaria. Chi ha casa e lavoro nel centro Italia, invece, è come se vivesse a Dresda, ovvero nelle zone più povere della Germania. E se una volta ci si vantava di avere un Nord e Nord-Est a livelli di ricchezza invidiabile, bisogna ricredersi: un veronese ha lo stesso Pil di Helsinki.

I veri ricchi sono ad anni luce di distanza. In media le regioni sono passate dai 31mila euro annui di Pil a 26mila. E la regione che ha fatto peggio è il Lazio: i suoi abitanti hanno perso 7mila euro annui. Cosa c’entra l’Euro? Se si guardano i dati, dal 2002 (primo anno di circolazione della moneta unica) 17 regioni hanno perso posizioni in classifica (Piemonte ne ha perse 98, il Friuli 88, l’Umbria 80, la Toscana 69, la Liguria 66, il Veneto 63, l’ Emilia Romagna 54 e la Lombardia 41). Non è, non può essere un caso.

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: