Skip to content

SI’, SONO RAZZISTA……… MI CI AVETE FATTO DIVENTARE VOI, MALEDETTI COMUNISTI !!!!!

3 marzo 2016

12800244_1739168806315363_3096684405883494063_n

ARRIVATI  DUE  GIORNI  FA  IN  AEREO  E  HANNO  GIA’  TROVATO  CASA, MA  GLI  ITALIANI  SENZATETTO  RIMANGONO  AL  FREDDO………… VERO  CATTOCOMUNISTI ????

Patrick di Majan

 

da  ANSA.IT

 

Famiglia siriana trova casa nel Torinese

Profughi vivranno in casa messa a disposizione dalla Diocesi

Redazione ANSATORINO 01 marzo 201619:16News

safe_imagePRF

 

(ANSA) – TORINO, 1 MAR – Dal campo profughi in Libano, dove viveva insieme ad altre 92 famiglie, alla speranza di una nuova vita nel Torinese grazie a un corridoio umanitario. È la storia di una famiglia siriana, 10 persone fra cui 4 bambini piccoli, accolta a Leinì grazie all”Operazione Colomba’, il progetto che risponde all’appello di Papa Francesco che invita le comunità ecclesiali nell’accoglienza dei rifugiati e che è sostenuto dalla Diocesi torinese. La famiglia è arrivata in Italia attraverso un corridoio umanitario promosso dalla Comunità di Sant’Egidio e la Federazione delle Chiese evangeliche in Italia. E a Leinì ha trovato una casa, un appartamento messo a disposizione dalla parrocchia Santi Pietro e Paolo, grazie all’impegno dell’Ufficio Pastorale Migranti della Diocesi. “Per la chiesa torinese – sottolinea la Diocesi – è un segno concreto che risponde ad una situazione molto difficile come dimostra ciò che sta accadendo ai confini tra Grecia e Macedonia o al porto di Calais e da anni nel mare Mediterraneo”.

————————————————————————-

CONTINUATE  A  DARE  L’8  PER  MILLE  E  A  FARE  SONTUOSE  OFFERTE  DI  DENARO  A  QUESTA  GENTE………..

Patrick di Majan

 

da  VOX  NEWS

 

nosiglia

Torino: Diocesi sfratta famiglia italiana, ma ospita 10 siriani

 

Saranno ospitati a Leinì in un appartamento messo a disposizione dalla parrocchia Santi Pietro e Paolo, per opera dell’Ufficio Pastorale Migranti della Diocesi. “Per la chiesa torinese – sottolinea la Diocesi – è un segno concreto che risponde ad una situazione molto difficile come dimostra ciò che sta accadendo ai confini tra Grecia e Macedonia o al porto di Calais e da anni nel mare Mediterraneo”.

Loro sfrattano le famiglie italiane, poi vanno a caccia di ‘profughi’ da ospitare.

 

 

 

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: