Skip to content

I POPULISTI SARANNO QUELLI CHE CI SALVERANNO……. CAPITO IDIOTI DELINQUENTI ????

febbraio 28, 2016

12718073_1697443393828278_3689936474660065415_n

da  ImolaOggi

 

Immigrati, Schulz: i populisti rischiano di spaccare l’Europa

 

Cieli neri sull’Unione europea, con la soluzione alla crisi dei migranti lontana dal divenire realtà. Per il Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz intervistato da Euronews alcuni Stati membri giocano la carta populista, ma rischiano di spaccare il Continente.

martin_schulz

“Siamo davanti a una sfida globale. In Europa, qui a Bruxelles, c‘è chi ci chiede di trovare una risposta europea a un problema globale, e che di conseguenza pensano a delle proposte concrete” dichiara Schulz “E poi ci sono gli altri che, invece, discreditano l’idea di Europa e puntano tutto sulla nazione, chiedono agli Stati nazionali di agire. Significa in parte chiedere di rispondere a una sfida globale con risposte nazionali. Prendiamo l’Ungheria, il Premier Orban ha lanciato un appello per un referendum sulle quote dei rifugiat. Per il Paese si tratterebbe di ospitare 1300 rifugiati. 1300, giudicati troppi e per i quali si chiede l’indizione di un referendum. Si tratta di una risposta populista e nazionalista a una sfida mondiale”.

Euronews
Si dovrebbero trovare delle soluzioni comuni, invece di organizzare referendum nazionali

Martin Schulz
Vi do delle cifre. I 28 Stati membri dell’Unione europea contano, tutti insieme, 508 milioni di abitanti. Non ci sarebbero problemi se ripartissimo l’attuale milione di rifugiati tra tutti gli Stati. Il problema è che oggi sono soltanto due o tre i Paesi coinvolti dalla crisi. E questo crea disfunzioni. Trovo cinico il rifiuto degli Stati membri a far parte dello schema di redistribuzione, perché cosi non se viene fuori. Anche perché spesso poi si arriva a criticare l’Europa, ritenuta incapace di risolvere le crisi. E’ una situazione senza precedenti nella storia europea”.

Euronews
E rispetto alla Turchia. Secondo lei Ankara adotterà tutte le prescrizioni del Piano d’Azione firmato con l’Unione europea?

Martin Schulz
Non sono sul campo per verificare come stanno andando le cose. Il numero degli arrivi è in diminuzione e questo è un fatto. La Turchia ci sta aiutando a controllare il traffico illegale di migranti, ma credo che le azioni vadano rafforzate. Dall’altro lato la Turchia ha anche dovuto aspettare che i Paesi membri si mettessero d’accordo per stanziare i 3 miliardi previsti dal Piano. Credo che entrambe le parti devono fare maggiori sforzi.

————————————————————–

Svegliatevi! Solo i ricchi vivranno a lungo

Il mito liberista della crescita economica ha beneficiato in misura ridotta la popolazione nel suo insieme, penalizzato i poveri e avvantaggiato solo i milionari per qualità della vita ma anche salute e longevità. Papa Francesco: “No ad una società di pochi per pochi”

senzatetto

di Francesco Erspamer

Negli ultimi trent’anni il PIL americano è raddoppiato. Nello stesso periodo, fa notare un servizio del New York Times, l’aspettativa di vita della donna media è restata pressoché invariata, intorno agli 82-83 anni. Ma quella delle donne povere è crollata da 79 a 75 mentre le ricche sono passate da 83 a 88. In altre parole, un’americana benestante nata nel 1920 viveva quattro anni in più di una miserabile; una nata nel 1950, tredici anni in più. Ancora più impressionante l’aumento della longevità dei ricchi di sesso maschile: da 79 a 87 anni, mente i poveri sono fermi intorno ai 74. Un altro articolo dello stesso giornale, di un paio di mesi fa, riportava l’allarmante statistica che fra i maschi bianchi con reddito medio-basso il tasso di mortalità è salito del 22%.

Cosa significa? Significa che il mito della crescita economica, a cui tutto deve essere sacrificato, ha beneficiato in misura molto ridotta la popolazione nel suo insieme, penalizzato i poveri e clamorosamente avvantaggiato i milionari. A livello di qualità della vita ma anche di salute e di longevità. Questo è il neocapitalismo globalista: un’immensa macchina per produrre denaro e tecnologia che poi vengono usati, invece che per migliorare equamente le condizioni di tutti, per migliorare oscenamente le condizioni di pochi, per di più al prezzo della dilapidazione irreversibile delle risorse naturali e sociali del pianeta e della creazione di infelicità e paura. “Come mai i poveri americani stanno morendo di disperazione”, intitolò in novembre un editoriale del settimanale inglese The Week.

Papa Francesco lo ha detto recentemente e chiaramente nella messa in uno dei sobborghi più squallidi e violenti di Città del Messico, Ecatepec, celebrata davanti a centinaia di migliaia di persone: “No a una società di pochi per pochi”. Ma la gente assiste indifferente a questo scialo e a questa rapina senza precedenti. Quando ero ragazzo la cultura etnocentrica e razzista del tempo dipingeva gli indiani americani come degli ingenui che si erano fatti fregare dai furbi imprenditori anglosassoni: terre, oro e libertà in cambio di perline luccicanti. Quanti italiani stanno cedendo non solo le loro proprietà ma la loro stessa vita agli speculatori stranieri raccomandati da Renzi? e per cosa? Per il loro iPhone quotidiano, per un po’ di spazzatura televisiva, per vacanze su spiagge esotiche dove cercare quella purezza e quella serenità che sarebbero disponibili sulle coste e sui fiumi a pochi chilometri da casa se non si permettesse alle multinazionali di inquinarli per arricchire milionari americani, arabi o cinesi – o italiani con residenza a Londra o in Svizzera.

Svegliatevi. In nome del liberismo il Pd sta distruggendo il nostro sistema sanitario, la nostra scuola, il nostro ambiente, il nostro stile di vita. Quanti anni credete che ci vorranno prima che la forbice dell’ineguaglianza si spalanchi e gli stronzi e stronzetti vivranno il doppio della gente ordinaria? Non solo dei più poveri, con i quali forse vi è difficile identificarvi: ma della classe media, quella che una volta si chiamava borghesia e si credeva il sale della Terra. Svegliatevi. I ricchi di oggi non vogliono tanto e nemmeno di più. Vogliono tutto. Vogliono privarvi della vostra vita per allungare la loro. Come gli dèi egoisti e crudeli di Omero, che per dare senso alla loro immortalità avevano bisogno di nutrirsi della sofferenza umana.

la libertà non si puo’ ricevere in dono: bisogna prendersela.” – James Baldwin

lavocedinewyork.com

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: