Skip to content

RICORDATEVI QUESTI NOMI………!!!!!

26 febbraio 2016

da         

I cognomi dei 173 senatori che hanno votato sì alle ‘unioni civili’

Tra i sono da sottolineare, in particolare, Bonaiuti, Bondi, Casini, Monti, Napolitano, Schifani e Verdini.

Ecco i 173:

1) Aiello,
2) Albano,
3) Amati,
4) Amoruso,
5) Angioni,
6) Anitori,
7) Astorre,
8) Auricchio,
9) Azzollini
10) Barani,
11) Battista,
12) Bencini,
13) Berger,
14) Bertuzzi,
15) Bianco,
16) Bianconi,
17) Bilardi,
18) Bonaiuti,
19) Bondi,
20) Borioli,
21) Broglia,
22) Bubbico,
23) Buemi
24) Caleo,
25) Cantini,
26) Capacchione,
27) Cardinali,
28) Casini,
29) Cassano,
30) Chiavaroli,
31) Chiti,
32) Cirinnà,
33) Cociancich,
34) Collina,
35) Colucci,
36) Compagnone,
37) Conte,
38) Conti,
39) Corsini,
40) Cucca,
41) Cuomo
42) D’Adda,
43) Dalla Tor,
44) Dalla Zuanna,
45) D’Anna,
46) D’Ascola,
47) Davico,
48) De Biasi,
49) De Poli,
50) Del Barba,
51) Della Vedova,
52) Di Giacomo,
53) Di Giorgi,
54) Dirindin,
55) D’Onghia
56) Esposito Stefano
57) Fabbri,
58) Falanga,
59) Fasiolo,
60) Fattorini,
61) Favero,
62) Fedeli,
63) Ferrara Elena,
64) Filippi,
65) Filippin,
66) Finocchiaro,
67) Fissore,
68) Fornaro,
69) Fravezzi,
70) Fucksia
71) Gambaro,
72) Gatti,
73) Gentile,
74) Giacobbe,
75) Giannini,
76) Ginetti,
77) Gotor,
78) Granaiola,
79) Gualdani,
80) Guerra,
81) Guerrieri Paleotti
82) Ichino,
83) Idem,
84) Iurlaro
85) Lai,
86) Langella,
87) Laniece,
88) Lanzillotta,
89) Latorre,
90) Lepri,
91) Lo Giudice,
92) Lo Moro,
93) Longo Eva,
94) Longo Fausto Guilherme,
95) Lucherini,
96) Lumia
97) Manassero,
98) Mancuso,
99) Maran,
100) Marcucci,
101) Margiotta,
102) Marino Luigi,
103) Marino Mauro,
104) Martini,
105) Mattesini,
106) Maturani,
107) Mazzoni,
108) Micheloni,
109) Migliavacca,
110) Minniti,
111) Mirabelli,
112) Monti,
113) Morgoni,
114) Moscardelli,
115) Mucchetti
116) Naccarato,
117) Napolitano
118) Olivero,
119) Orellana,
120) Orrù
121) Padua,
122) Pagano,
123) Pagliari,
124) Pagnoncelli,
125) Palermo,
126) Parente,
127) Pegorer,
128) Pezzopane,
129) Piccinelli,
130) Pignedoli,
131) Pinotti,
132) Pizzetti,
133) Puglisi,
134) Puppato
135) Ranucci,
136) Repetti,
137) Ricchiuti,
138) Romani Maurizio,
139) Romano,
140) Rossi Gianluca,
141) Rossi Luciano,
142) Russo,
143) Ruta,
144) Ruvolo
145) Saggese,
146) Sangalli,
147) Santini,
148) Scalia,
149) Schifani,
150) Silvestro,
151) Sollo,
152) Sonego,
153) Spilabotte,
154) Sposetti,
155) Susta
156) Tocci,
157) Tomaselli,
158) Tonini,
159) Torrisi,
160) Tronti,
161) Turano,
162) Vaccari,
163) Valdinosi,
164) Valentini,
165) Vattuone,
166) Verdini,
167) Verducci,
168) Vicari,
169) Viceconte,
170) Villari
171) Zanda,
172) Zanoni,
173) Zeller.

——————————————————————-

da  IL  GIORNALE.IT

 

Italia invasa dall’olio tunisino: ecco chi ci impone questo suicidio

L’invasione dell’olio tunisino a dazio zero è stata proposta da Mogherini. A votarlo, però, sono stati gli eurodeputati del Pd. Ecco chi sono

E soprattutto, come denuncia Salvo Pogliese, europarlamentare di Forza Italia che ha violato la consegna del Ppe dicendo “no” al provvedimento, porta il benestare di Federica Mogherini e il voto del Partito democratico. “Settantamila tonnelate di olio d’oliva in due anni in regime di esenzione fiscale è un’invasione che il mondo agricolo europeo e quello italiano in particolare non possono sostenere – tuona Pogliese – si mette così in difficoltà un comparto, quello oleario, già fortemente in crisi e che negli ultimi anni ha visto precipitare il prezzo dell’olio d’oliva.

L’autogol all’economia italiana è passato con 476 voti a favore. Solo in 126 si sono opposti. Il Partito popolare europeo e i Socialisti hanno dato il proprio appoggio a questo sciagurato intervento. Solo una piccola pattuglia di italiani coraggiosi si è opposta. Da questi, però, hanno preso le distanze diversi esponenti del Partito democratico che, seguendo l’esempio della Mogherini, hanno votato a favore dell’olio tunisino a dazio zero. Libero ha messo nero su bianco i loro nomi: l’ex governatore della Regione Piemonte Mercedes Bresso, l’ex segretario della Cgil ed ex sindaco di Bologna Sergio Cofferati, Gianni Pittella, l’ex ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge, Pier Antonio Panzeri, David Sassoli e l’ex ministro allo Sviluppo economico Flavio Zanonato.

Su tutti, però, il maggior colpevole è senza alcun dubbio la Mogherini. È stata lei a proporre e sostenere la decisione di ampliare l’import dell’olio Tunisino in tutta l’Unione europea. “Da ministro degli Esteri dell’Europa – tuona Pogliese – non ha svolto alcuna funzione per risolvere la vicenda dei marò, ma ha mostrato anche un grande disinteresse per gli effetti disastrosi sull’Italia di questa iniziativa”. Non da ultimo, infatti, la commissione europea ha anche stanziato 500 milioni di euro a sostegno del governo tunisino.

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: