Skip to content

E ALLORA PREPARATI………!!!!

12 febbraio 2016

da  QELSI

 

A Milano, consigliere di zona scrive: “Nelle foibe c’è ancora posto”

Di Riccardo Ghezzi, il 11 febbraio 2014

1176283_10201776331150608_1716771327_nLa rivoluzione arancione di Milano, quella del “sindaco gentile” Giuliano Pisapia, purtroppo è servita solo a riempire il consiglio comunale e i consigli di zona di pseudo-rivoluzionari anti-fascisti che trasudano odio politico. Tra i tanti episodi di dubbio gusto che hanno caratterizzato la giornata di ieri, 10 febbraio, dedicata ai martiri delle foibe, uno coinvolge un consigliere di zona 9 a Milano, capogruppo di Rifondazione Comunista-Sinistra per Pisapia. Leonardo Cribio, si chiama costui, che al pari di un suo collega consigliere comunale di Volpiano, Comune in provincia di Torino, si lascia andare ad elogi sperticati a Tito e soprattutto a esclamazioni di plauso e compiacenza per l’eccidio delle foibe.
E’ noto che il 10 febbraio sia una ricorrenza che ancora incredibilmente divide l’Italia, ma certe frasi da esponenti istituzionali non si possono accettare. Vero è che Leonardo Cribio è un semplice consigliere di zona, un politico locale di periferia, ma per un post su facebook una consigliera di Circoscrizione della Lega Nord a Padova, Dolores Valandro, è stata indagata e condannata in primo grado.
Vediamo invece cosa ha scritto Leonardo Cribio
Cribio-1
“Nelle foibe c’è ancora posto” è il suo primo status su facebook. Non contento, ha rincarato
Cribio-2
“Il compagno Tito vive e lotta insieme a noi”.
E ancora:
Cribio-3
“L’avessero ammazzato prima, il maiale”, in riferimento a una generica vittima delle foibe.
Account rubato? Cribio vittima di hacker? Niente affatto. A scrivere i post su facebook è lui in persone. Tant’è che oggi, dopo aver constatato che uno di questi status è stato cancellato dai gestori del social network in seguito a segnalazioni, l’esponente comunista rincara
Immagine 1
“Mi fanno pena gli amministratori e il coglione che mi segnala”.
Quest’uomo rappresenta non solo il partito della Rifondazione Comunista, ma anche il sindaco Pisapia in un consiglio di zona a Milano.
Aderiamo all’appello del sito lacritica.org e auspichiamo che Leonardo Cribio subisca tutte le conseguenze politiche, leggasi dimissioni dalla carica di consigliere di zona ed espulsione dal proprio partito, e giudiziarie del caso. Non dubitiamo della buona fede della magistratura e dei vertici della sinistra milanese, Pisapia compreso. La speranza è che la nostra fiducia sia ben riposta

Annunci

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: