Skip to content

CHE FUTURO PUO’ AVERE L’ ITALIA CON IL P D ???? INETTI !!!!

gennaio 30, 2016

da  SECOLO  D’ ITALIA

 

Il sindaco Pd di Bergamo:”Permesso di soggiorno a tutti gli immigrati che arrivano in Italia”

Di Redazione, il 30 gennaio 2016

Giorgio-GoriUna carta di soggiorno della durata di un anno a tutti gli immigrati che arrivnao nel nostro paese. Ieri una frase del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, pronunciata in Prefettura durante l’audizione della Commissione d’inchiesta sull’accoglienza dei migranti, ha suscitato le proteste della Lega Nord. Gori, infatti, ha chiesto al governo di concedere indistintamente a tutti la carta di soggiorno per un anno, qualora la politica dei rimpatri veloci non fosse possibile.

Gori ha chiesto che il Governo si attivi per realizzare rimpatri assistiti dei migranti ai quali non viene riconosciuta la protezione internazionale. “Il Governo – ha affermato – si adoperi per una più effettiva applicazione della norma che prevede i rimpatri degli immigrati che sono visti definitivamente negata la protezione internazionale. Vanno siglati gli accordi bilaterali e vanno effettuati i rimpatri assistiti. Oppure, se si ritiene che questo non sia fattibile, si prenda in considerazione, come già in passato, la possibilità di riconoscere una forma di protezione provvisoria (per esempio, un permesso di soggiorno della durata di un anno) a tutti i richiedenti asilo, sottraendoli all’illegalità e dando loro la possibilità di cercarsi un lavoro o di muoversi liberamente in Europa”.

I parlamentari bergamaschi del Pd presenti, Elena Carnevali e Beppe Guerini, hanno tentato di smorzare la questione, sostenendo che Gori non ha parlato di vera e propria carta di soggiorno, ma ha auspicato un provvedimento che possa regolarizzare un po’ la situazione e ridurre la criminalità.

 ©2016 Qelsi Quotidiano
—————————————————————————-
da  IL  GIORNALE.IT

Bologna, il sindaco Pd vieta la croce al cimitero

Insorge il centrodestra: “Da quando la croce è un’offesa per le altre religioni?”

Una delle croci divelte al cimitero cattolico

“Fa rabbia e tristezza la decisione del sindaco di Casalecchio”, esponente democratico, “di vietare la croce all’ingresso del cimitero – attacca in una nota, Fabrizio Nofori portavoce provinciale di Fratelli d’Italia-An -: da quando la croce è un’offesa per le altre religioni?”.

Ad ogni modo, prosegue l’esponente del partito di centrodestra “si sa, per il Pd che copre le statue dei musei capitolini, senza che fosse nemmeno richiesto, per non offendere il presidente iraniano Rohani, non ci si può aspettare altro se non la svendita delle nostre più profonde radici culturali”.

 

Advertisements

From → Uncategorized

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: